osservatorio anci-ifel

Scuola, Anci: «Ruolo delicato dei Comuni nell'erogazione del servizio di refezione»

di Federica Demaria

«Abbiamo ribadito quale è il ruolo delicato dei Comuni nell'erogazione del servizio di refezione scolastica e ribadito quanto non si possano scaricare sui Comuni l'organizzazione e la responsabilità di un servizio così complesso che chiama in campo anche l'amministrazione della scuola e il ministero della Salute». Lo ha detto il vicesindaco di Firenze e presidente della Commissione Istruzione dell'Anci, Cristina Giachi riferendosi al suo intervento al convegno organizzato da Legacoop “Nutrire insieme il futuro. Il valore della refezione scolastica come strumento educativo e di inclusione sociale” svoltosi ieri mattina a Bologna e focalizzato sull'importanza della mensa come strumento di educazione e di inclusione, sul disegno di legge sulla ristorazione collettiva e sul Rapporto di Save the Children sul servizio di ristorazione scolastica in Italia.

Il ruolo dei Comuni
«Apprezziamo - ha sottolineato Giachi – l'interesse dimostrato dalla ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli per l'importante funzione dei Comuni in questo settore e che, nel corso del suo intervento al convegno, abbia indicato come prospettiva per il futuro quella del superamento del servizio di refezione scolastica come servizio a domanda individuale».
Infine, ribadendo come la mensa sia uno strumento importantissimo per rafforzare il senso di comunità nei cittadini più giovani, Giachi ha annunciato che l'Associazione dei Comuni è «lieta di partecipare a una campagna di comunicazione che collochi tra le priorità per il Paese quella dell'educazione alimentare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA