osservatorio anci-ifel

Permessi di soggiorno, Manzione risponde ad Anci: «Dato seguito a sentenza su illegittimo contributo a carico stranieri»

di G.P.

Il ministero dell'Interno, attraverso la Direzione centrale per l'immigrazione e la Polizia delle Frontiere, ha dato indicazioni operative per ottemperare alla sentenza del Tar Lazio 06095/2016, dello scorso 24 maggio, che ha sancito l'illegittimità del contributo, variabile da 80 a 200 euro, richiesto ai cittadini stranieri per il rilascio e il rinnovo del permesso di soggiorno. A scriverlo è il sottosegretario all'Interno Domenico Manzione in risposta alla richiesta formulata lo scorso 20 giugno dal delegato Anci all'Immigrazione e sindaco di Prato, Matteo Biffoni.

Manzione ricorda che dal 23 giugno si è provveduto all'aggiornamento del sistema Stranieri web, cosa che consentirà la lavorazione delle pratiche depositate, anche se prive del pagamento del contributo, a decorrere dal 24 maggio.

Pertanto - chiarisce la nota - gli uffici della direzione centrale provvederanno in questa fase sia alla completa lavorazione delle istanze, soprassedendo alla verifica del pagamento degli importi relativi, sia alla successiva richiesta di emissione/produzione del relativo permesso di soggiorno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA