Home  › Welfare e anagrafe

Trasporto pubblico, entro il 17 le istanze al Fondo di solidarietà per le sospensioni dal 15 novembre 2015

di Paola Rossi

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Possibile fare istanza di accesso ai nuovi fondi di solidarietà entro il 17 marzo per sospensioni dell'attività a partire dall'11 novembre 2015. Questo il chiarimento più importante contenuto nel messaggio Inps n. 981 del 2 marzo 2016 che illustra le modalità per presentare le domande sia di assegno ordinario sia di formazione (se prevista) dai nuovi Fondi di solidarietà nel trasporto pubblico, lavoro marittimo e Ferrovie dello Stato.

L'operatività dei Fondi
Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha chiarito che i Fondi di solidarietà di nuova istituzione (ex articolo 26 e seguenti Decreto legislativo 148/2015) diventano operativi dalla data di nomina del Comitato amministratore (si veda in particolare, l'articolo 36 del Dlgs 148).
Pertanto, dal 30 novembre 2015 sono pienamente operativi anche i seguenti Fondi di solidarietà:
•Fondo di solidarietà per il sostegno del reddito del personale delle aziende di trasporto pubblico
•Fondo di solidarietà bilaterale del settore marittimo – Solimare
•Fondo per il perseguimento di politiche attive a sostegno del reddito e dell'occupazione per il personale delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.
Il messaggio numero 981 dell'Inps illustra le modalità per presentare sia le domande di assegno ordinario sia quelle di formazione, per i Fondi che la prevedono, e indica i riferimenti normativi per ogni altro aspetto procedurale. L'Inps sulle istruzioni operative per compilare i flussi Uniemens in cui si comunicano riduzioni o sospensioni di attività lavorativa rinvia alle circolari specifiche su ciascun Fondo.

I termini delle domande...
L'Istituto spiega che la domanda di accesso all'assegno ordinario deve essere presentata alla struttura Inps territorialmente competente in relazione all'unità produttiva non prima di 30 giorni e non oltre il termine di 15 giorni dall'inizio della sospensione o riduzione dell'attività lavorativa, esclusivamente in via telematica. Si tratta di termini di natura ordinatoria, il cui superamento non comporta la decadenza dal diritto a ottenere la prestazione. Invece si determina l'irricevibilità della domanda che venga presentata prima che siano decorsi i 30 giorni. La presentazione oltre i 15 giorni determina «solo» uno slittamento del termine di decorrenza della stessa. Però a fronte di presentazione tardiva, il trattamento integrativo scatterà per il periodo anteriore solo nella misura di una settimana dalla data di presentazione (cioè dal lunedì di quella precedente). I Fondi di solidarietà bilaterali possono contribuire al finanziamento di programmi formativi. Ai fini della presentazione delle domande, nessun termine è previsto per la richiesta di accesso al finanziamento di programmi formativi.

...e la loro sterilizzazione nel periodo ante operatività dei Fondi
Come affermato dal Welfare i nuovi Fondi sono perfettamente operativi solo dalla nomina del Comitato (30 novembre 2015). Le prestazioni di assegno ordinario sono riconosciute anche per i periodi di sospensione o riduzione dell'attività lavorativa verificatisi a decorrere dal 15 novembre 2015. Perciò per consentire alle aziende di presentare le domande entro i termini relative al periodo che va dal 15 novembre al 2 marzo 2016 l'Inps le ammette se presentate entro il 17 marzo prossimo. Infatti, l'Istituto ha dichiarato neutralizzato tale lasso di tempo ai fini della decorrenza dei termini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA