osservatorio anci-ifel

Protezione civile: «Rafforzare filiera interventi, affrontare tema con il governo»

a cura della redazione Anci

La convocazione, al più presto, di una conferenza unificata o una conferenza Stato-città dedicate in via esclusiva al tema della Protezione civile e delle emergenze sui territori. L'ha chiesta ieri il presidente del consiglio nazionale dell'Anci e sindaco di Catania, Enzo Bianco, nel corso della Stato-Città al Viminale. «C'è la necessità di rendere più stabile la filiera di gestione delle emergenze – ha spiegato Bianco – e non è un problema che riguarda esclusivamente le risorse. Al contrario, vanno create le condizioni affinché i sindaci possano far fronte alle emergenze lavorando efficacemente e con serenità, insieme agli altri attori istituzionali coinvolti».
Per questo motivo, ha aggiunto Bianco, «abbiamo già avanzato anche al Presidente del Consiglio la richiesta di affrontare queste questioni in tavoli dedicati».

Terremoto
Nel corso della seduta della Conferenza Stato-Città, l'Anci ha dato parere favorevole al riparto dei rimborsi per i mancati gettiti Imu e Tasi relativi al 2016 subiti dai Comuni terremotati: «Torniamo a far notare – ha detto Bianco – che fenomeni come terremoti e avverse condizioni meteo continuano a ripetersi: per questo vanno valutate e condivise procedure e misure più adeguate alla frequenza e alla complessità delle calamità naturali di cui sono vittima i nostri territori».

Referendum
Nel corso della seduta di ieri, infine, Bianco ha ricordato ai rappresentanti del Governo «l'impegno preso dall'esecutivo per il ristoro ai Comuni delle spese sostenute per lo svolgimento del referendum del 4 dicembre scorso, nonché la necessità di procedere con gli interventi urgenti per i Comuni in dissesto e predissesto, già concordati con il Governo». Su entrambe le questioni l'Anci ha raccolto le rassicurazioni del Viminale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA