osservatorio anci-ifel

Protezione internazionale: Anci e Cittalia al Parlamento Ue per presentare l'esperienza Sprar e il Terzo Rapporto in Italia

di Redazione Anci

Il ruolo dei Comuni nel garantire percorsi di integrazione e inclusione sociale di richiedenti asilo e rifugiati attraverso il sistema dello Sprar è stato il tema al centro di un incontro svoltosi ieri a Bruxelles.
Il Parlamento europeo - Anci, Caritas Italiana, Cittalia, Fondazione Migrantes e Servizio Centrale dello Sprar hanno presentato il Terzo Rapporto sulla Protezione internazionale in Italia 2016. Il Rapporto fa il punto sul fenomeno dei migranti forzati nel mondo e su quello dei richiedenti protezione internazionale in Italia e in Europa, proponendo una lettura approfondita del sistema di accoglienza in Italia.

Il sistema Sprar
In considerazione del crescente impatto che le decisioni assunte in ambito europeo possono avere sulle politiche e sulle pratiche di accoglienza nei singoli Paesi europei, i promotori del Rapporto hanno ritenuto essenziale aprire quest'anno uno spazio di riflessione e scambio con le Istituzioni europee, basato sui dati che caratterizzano il fenomeno in Europa e in Italia nonché sulla presentazione dello Sprar, Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, quale modello italiano di accoglienza. Un modello che, ponendo al centro il sistema delle Autonomie locali e la collaborazione con le associazioni no profit e del volontariato, garantisce processi decisionali inclusivi che coinvolgono le comunità residenti attraverso modalità di accoglienza diffusa e sostenibile.
Hanno preso parte all'incontro il presidente di Cittalia – Fondazione Anci Ricerche Leonardo Domenici, che ha illustrato le principali evidenze del Rapporto, Ilaria Caprioglio sindaca di Savona, Mauro D'Attis componente del Comitato delle Regioni, Domenico Manzione sottosegretario del ministero dell'Interno e Roland Shilling UNHCR Regional Deputy Representative for Southern Europe. Il saluto è stato portato dal vice presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA