osservatorio anci-ifel

Ambiente: Anci a Galletti, coinvolgere da subito i Comuni nel programma nazionale per la gestione rifiuti radioattivi

di Redazione Anci

«La scelta di non coinvolgere i Comuni già nella fase in cui viene definito l'ambito di influenza del Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi e il suo contesto territoriale e programmatico, appare non coerente con l'auspicata concertazione». Così il presidente dell'Anci, Piero Fassino e il coordinatore della Consulta Comuni sede di servitù nucleari, Alessandro Portinaro in una lettera inviata al Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti.
«Come è noto – scrivono – ai sensi della norma inerente la fase di consultazione della procedura di Valutazione ambientale strategica, l'Autorità procedente, insieme ai soggetti proponenti, individua i soggetti da coinvolgere nella consultazione del rapporto preliminare sui programmi o piani sottoposti a Vas, rispetto ai quali l'Associazione viene coinvolta come da prassi consolidata, sia su documenti di valenza regionale, che nazionale».

Il mancato coinvolgimento dei Comuni
«La procedura avviata dal ministero dell'Ambiente sul Rapporto preliminare del Programma nazionale per la gestione del combustibile esaurito e dei rifiuti radioattivi – sottolineano Fassino e Portinaro – non ha visto il coinvolgimento dei Comuni, interessati alla fase di definizione del quadro di riferimento utile alla Valutazione ambientale, soprattutto in merito a obiettivi e strategie che il Programma dovrà includere».
Dopo aver evidenziato che «l'articolo 7 del Dlgs 45/2014 prevede l'acquisizione del parere della Conferenza Unificata sul Programma nazionale e sarà comunque possibile per i Comuni esprimersi nella successiva fase di consultazione aperta al pubblico sul Rapporto ambientale conclusivo» resta comunque il rammarico espresso dai due rappresentanti dell'Anci per il mancato coinvolgimento dei Comuni in questa prima fase, in una ottica di sussidiarietà e collaborazione istituzionale «che sarà necessaria anche per la localizzazione del deposito nazionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA