Home  › Territorio e sicurezza

Il questore non può ordinare il rimpatrio per il portavoce dei profughi

di Andrea Alberto Moramarco

Essere considerato il portavoce di alcuni profughi presenti in un centro di accoglienza non è di per sé un elemento che consente di fondare una prognosi di pericolosità del soggetto. Il Questore non può, quindi, sulla base di questa sola circostanza, vera o falsa che sia, emanare un provvedimento che vieta al presunto portavoce l'ingresso nel Comune ove è situato il centro. Lo ha affermato il Tar del Veneto con la sentenza n. 1110/2015. Il caso Il provvedimento in questione era ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?