Home  › Territorio e sicurezza

Settimana europea della mobilità sostenibile - Domande al 1° novembre per il premio alle città

di Paola Rossi

Ha preso il via da ieri la quattordicesima edizione della «Settimana Europea della Mobilità» che si concluderà appunto il 22 settembre prossimo. La manifestazione, promossa e condotta sotto l'egida della Commissione Ue, è stata quest'anno intitolata «Choose. Change. Combine» per celebrare l'arricchimento dei contenuti in seguito all'abbinamento all'altra iniziativa europea «Do The Right Mix» inerente il tema della mobilità sostenibile.

Lo slogan e l'obiettivo dell'iniziativa Ue
L'obiettivo, come dichiarato dal Commissario europeo per i Trasporti Violeta Bulc, è quello di incoraggiare i cittadini all'uso di mezzi alternativi all'auto privata per i propri spostamenti quotidiani, magari combinandone più d'uno, come ad esempio treno e bici. L'iniziativa Ue «Do The Right Mix» è operativa tutto l'anno per consentire - ad amministrazioni pubbliche, autorità locali, Ong, gruppi di cittadini, istituzioni pubbliche e private, operatori dei trasporti e aziende - di registrare e mettere in mostra le loro iniziative iscrivendosi alla Settimana della mobilità e, inoltre partecipare ai premi ufficiali previsti. L'idea di fondo è quella di incoraggiare i cittadini europei a un ripensamento della gamma di opzioni di trasporto disponibili, scegliendo il modo giusto per spostarsi, e invitandoli a combinare tra loro i differenti mezzi di trasporto. Oltre che aiutare la salute, questo tipo di spostamenti rappresentano una modalità di trasporto sostenibile, che abbatte le emissioni gas, l'inquinamento acustico e la congestione delle nostre strade. L'iniziativa congiunta sarà sostenuta dalla Direzioni generali «Mobilità e Trasporti» e «Ambiente» della Commissione europea e gestita da un consorzio formato da tre network di città europee (Eurocities, Iclei, Polis), dall'agenzia di comunicazione «Icf-Mostra» e dall'organizzazione internazionale «Centro Regionale per l'Ambiente». Al momento sono oltre 1500 le città, europee e non, che hanno aderito all'iniziativa: il record di partecipazione è dell'Austria con 432 Comuni, seguita dalla Spagna a quota 289.

Gli eventi della XIV edizione in Italia
L'Italia può contare 89 Comuni partecipanti, tra cui figurano quasi tutte le maggiori città.
Diversi gli eventi in programma a Roma tra cui spicca il «Car Free Day» in programma per il 22 settembre e che prevede la chiusura alle auto di diverse strade cittadine.
A Milano da non perdere la caccia al tesoro in bicicletta, organizzata nell'ambito del progetto BeGreen, prevista per domenica 20 settembre. A Napoli da segnalare le visite guidate alle Stazioni dell'arte, in programma tutta la settimana. E altri ancora gli appuntamenti da consultare sui siti delle istituzioni locali e del ministero dell'Ambiente.

Il premio ufficiale per i Comuni della Settimana europea
L'adesione alla Settimana, oltre che un'occasione per promuovere l'incremento di forme di mobilità sostenibile e la qualità della vita, una maggiore consapevolezza della cittadinanza in merito alle tematiche ambientali e la presentazione di proposte alternative e sostenibili per i cittadini, rappresenta un'importante vetrina per gli enti locali, potendo gli stessi concorrere al premio ufficiale della Settimana Europea della Mobilità. Verrà assegnato durante una cerimonia alla presenza dei rappresentanti Ue come riconoscimento degli sforzi compiuti dalle amministrazioni locali verso lo sviluppo di una mobilità sostenibile; cioè alla città che si ritiene abbia fatto di più per aumentare la consapevolezza dell'importanza di forme di mobilità sostenibile presso tutta la cittadinanza. La partecipazione è riservata agli enti che hanno aderito al documento d'intenti e rispondano ai criteri virtuosi definiti «Gold». La platea dei partecipanti è quella delle città dei 28 Paesi membri e dei Paesi candidati all'Ue e di quelli rientranti nel processo di stabilizzazione e di associazione (Sap), nello Spazio economico europeo (See) e nell'Associazione europea di libero scambio (Efta).
I criteri della giuria saranno la misura di promozione della Settimana, la completezza del piano d'azione in termini di eventi, attività individuali e di coinvolgimento dei cittadini; l'impatto ambientale e sociale della misura permanente implementata - sostenuta da prove (ad esempio, il numero di utenti di una nuova pista ciclabile, la stima delle emissioni evitate, il numero di viaggi in macchina privata evitati); la qualità e la portata delle partnership con gli stakeholder locali. Alla città vincitrice è dedicato un video di tre minuti, sia in inglese che nella lingua di appartenenza, in cui si evidenziano i risultati raggiunti in termini di mobilità sostenibile. Le città vincitrici delle ultime edizioni del premio sono Östersund (2014), Lubiana (2013), Zagabria (2012), Bologna (2011). Per concorrere è necessario compilare il modulo di domanda in inglese (non più di 20 pagine), fornendo dettagli sulle attività realizzate durante la Settimana e sulle misure permanenti messe in atto nel corso dell'anno. La candidatura, inoltre, va completata con una copia digitale della Carta d'intenti sottoscritta dal sindaco o da un suo delegato e da una mappa della zona che è stata chiusa al traffico motorizzato durante il Car-Free Day. La documentazione di cui sopra va inviata al coordinamento a livello europeo entro il 1° novembre. Materiali di supporto, come i materiali di comunicazione, rassegna stampa e Dvd con video e immagini, devono essere inviati entro il 15 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA