Home  › Territorio e sicurezza

Tipologia e modalità di deposito dei materiali sono rilevatori della qualifica di «rifiuto»

di Mauro Calabrese

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Per qualificare correttamente un materiale come «rifiuto», ai fini dell’irrogazione delle sanzioni per i reati ambientali, anche contravvenzionali, spetta all’interprete accertare l’intenzione del produttore/detentore di disfarsene vista l’inutilità della cosa, non più suscettibile di rispondere a ulteriori esigenze o interessi del suo detentore, tenendo conto della tipologia o delle modalità del deposito. È quanto afferma la Corte di cassazione, Sezione III Penale, con la sentenza 8 luglio 2015, n. 29069. La pronuncia della Cassazione Respingendo il ricorso la Corte di ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?