osservatorio anci-ifel

Piccoli Comuni/3: Nelle Città metropolitane 713 «mini-enti»

di Federica Demaria

Nell'Atlante 2015 una parte importante è dedicata al territorio, l'ambiente e i servizi. Si articola in questa sezione una analisi sui Piccoli Comuni inclusi nelle città metropolitane (elaborazione Anci-area ricerche su dati Istat 2015). La legge 56/2014 ha istituito le Città metropolitane, molte delle quali sono operative dal 1° gennaio 2015. Conteggiando anche le città metropolitane individuate nelle regioni a statuto speciale, il loro numero complessivo è di 14. Come noto, i limiti amministrativi di questi nuovi enti territoriali sono, in base alla legge Delrio, i confini amministrativi delle ex Province, mentre per le Città metropolitana incluse nelle regioni a statuto speciale la delimitazione non è ancora definita. Molti sono i piccoli Comuni insistenti nelle nuove città metropolitane (713 piccoli Comuni su un totale di 1.328 Comuni). Spacchettando il dato a livello regionale, Torino è l'area metropolitana sulla quale insistono il maggior numero di piccoli Comuni pari a 252, seguita con un certo distacco dalla città metropolitana di Messina, con 87 piccoli Comuni, Reggio Calabria con 70 e, infine, Roma con 59. Sono, invece, solo 2 i piccoli Comuni insistenti nella città metropolitana di Bari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA