osservatorio anci-ifel

Pubblicato l'elenco dei Comuni vincitori dei bandi per «Le Città che leggono»

di Vincenzo Santoro (*)

Il Centro per il libro e la lettura del Mibact ha pubblicato l'elenco dei Comuni vincitori dei bandi prodotti nell'ambito dell'iniziativa denominata «Città che legge», che, sviluppata in collaborazione con l'Anci, intende favorire un processo di valorizzazione e sostegno del lavoro che le amministrazioni comunali svolgono per favorire la diffusione della lettura.
I bandi erano rivolti ai Comuni già in precedenza inclusi – attraverso una selezione effettuata con un avviso pubblico - nell'elenco delle «Città che leggono», divisi in due fasce demografiche (fino a 5.000 abitanti e fra 5.001 e 15.000 abitanti) e in quattro aree geografiche (Nord, Centro, Sud e Isole) e prevedevano la presentazione al Cepell di progetti riguardanti la «realizzazione di attività integrate di promozione della lettura» in collaborazione fra le biblioteche comunali e gli altri soggetti operanti sul territorio.

I Comuni vincitori
Per la prima fascia demografica, ad essere premiati con un finanziamento di 5mila euro sono stati i Comuni di:
per il Nord, Costa di Rovigo;
per il Centro, Fabro (Terni);
per il Sud, Zollino (Lecce);
per le Isole, Arborea (Oristano).

Per la seconda fascia demografica, a essere premiati con un finanziamento di 10mila euro sono stati i Comuni di:
per il Nord, Cavriago (Reggio Emilia);
per il Centro, Castiglion Fiorentino (Arezzo);
per le Isole, Dorgali (Nuoro);
per il Sud, Rosarno (Reggio Calabria).

Il premio a Rosarno
Ed è proprio la cittadina calabrese di Rosarno ad aver presentato il progetto – denominato «Play. La città è un libro» - che è stato ritenuto dalla Commissione di valutazione istituita dal Cepell in assoluto il più innovativo e coerente con le finalità dell'iniziativa. Si tratta di un'articolata serie di attività che intendono riavvicinare alla lettura (e indirettamente ai luoghi della cultura) adolescenti e adulti attraverso gli strumenti della gamification e del gioco. Nell'arco di un anno quattro classi del locale Istituto d'Istruzione Superiore Piria, in collaborazione con quattro associazioni cittadine e sotto la regia della Mediateca comunale, trasformeranno in realtà le trame di quattro romanzi coinvolgendo quattro quartieri della città, uno per gruppo di lavoro. I libri protagonisti saranno individuati attraverso un test/gioco tra una rosa di 40 titoli che comporranno la sezione della Mediateca dedicata al progetto con graphic novel e romanzi scelti dagli studenti della città. Il libro diventa così un mezzo necessario per la costruzione di un grande gioco di società nel quale i quartieri della città leggono le storie, studiano e interpretano i topos e i personaggi dei romanzi, rileggono sotto le loro lenti da cittadini le trame dei libri.
Il progetto prevede in seguito la formazione di gruppi di lettura e laboratori che individuano i caratteri peculiari del libro trattato. Gli studenti e le associazioni saranno facilitatori e si occuperanno del coinvolgimento dei cittadini nei quartieri attraverso la realizzazione di momenti pubblici di lettura, assemblee pubbliche, l'utilizzo di un carretto ambulante che porterà i libri nei mercati, nelle case degli anziani, nei circoli ricreativi e negli oratori. Evento conclusivo del percorso sarà la realizzazione di un gioco per ogni quartiere nel quale il libro prende vita.

Gli altri progetti
Un progetto molto interessante è stato anche quello di Arborea, «Coltiviamo parole e raccogliamo conoscenze», mentre si è distinto per l'originalità quello di Zollino, «SemenSai», incentrato sulla promozione della lettura attraverso il rinnovo della attenzione per la terra e le antiche pratiche agricole. Tutte le informazioni su www.cepell.it.

(*) Responsabile Dipartimento Cultura e Turismo Anci


© RIPRODUZIONE RISERVATA