Home  › Sviluppo e innovazione

L'Agenda digitale della Pa: un primo bilancio dei progetti in corso

di Roberto Bellini (*) - Rubrica a cura di AssoSoftware

La pausa estiva di agosto è sempre l'occasione per fare un primo bilancio dell'annata parzialmente trascorsa; questo vale per l'azione del Governo, del Parlamento e delle istituzioni pubbliche, ma vale anche per il settore privato e per le Associazioni che lo rappresentano, come appunto AssoSoftware.
Se facciamo uno zoom sul mondo della pubblica amministrazione e degli Enti locali, sono state molte le attività e i progetti digitali che hanno visto impegnate le aziende associate insieme alla stessa Associazione, a partire dall'Anpr (Anagrafe nazionale delle popolazione residente), passando per SPID, PAgoPA, BDAP e contabilità armonizzata, SIOPE+, ecc. Progetti avviati, e perlopiù ancora in corso, che procedono faticosamente nonostante tutti gli sforzi delle Istituzioni, degli Enti destinatari e delle aziende associate che li assistono.
Vogliamo qui descrivere in breve lo stato dell'arte dei principali progetti e le motivazioni degli eventuali ritardi e delle difficoltà operative.

L'Anagrafe nazionale
Per quanto riguarda Anpr, il progetto di unificazione di tutte le anagrafi locali in un unico archivio centralizzato e aggiornato in tempo reale dai singoli Comuni, dopo due anni di false partenze siamo forse giunti a un nuovo inizio. Alcuni Comuni sono subentrati ad Anpr nei primi sei mesi dell'anno e altri stanno procedendo con le attività propedeutiche; si tratta tuttavia di un lento adeguamento che, con le attuali tempistiche e modalità attuative, richiederà diversi anni per andare a regime. Vediamo quali sono, a nostro avviso, le cause di tale lentezza:
- si tratta di un progetto complesso che richiede attività propedeutiche tecniche e organizzative non facilmente realizzabili in tempi brevi (adeguamento informatico, ambiente di sicurezza da installare su ogni postazione, bonifica dei dati preesistenti per evitare anomalie in fase di subentro, formazione del personale, adeguamento degli applicativi gestionali per interoperare con Anpr);
- manca ancora oggi una chiarezza sugli aspetti strategici ed evolutivi del progetto (Come evolverà l'interoperabilità con i gestionali in futuro? Le banche dati locali, pur allineate in tempo reale, rimarranno anche a regime per garantire il funzionamento di tutti gli altri servizi locali? Quali saranno i servizi che saranno accentrati oltre all'anagrafe? ecc.);
- manca una pianificazione sugli impatti economici e organizzativi del progetto (Le risorse umane degli Enti locali sono adeguate professionalmente e sufficienti come organico? Le risorse finanziarie disponibili coprono gli investimenti necessari di hardware, software, assistenza e infrastrutture sicure?).

Spid e PagoPA
In merito a SPID e PagoPA, anche in questo caso l'adeguamento procede, ma non secondo i piani stabiliti; tutti ritengono che siano progetti utili e certamente da implementare, ma trattandosi di servizi già erogati con sistemi alternativi e dei quali non si intravede il carattere d'urgenza, la decisione viene regolarmente rinviata in attesa di avere dai Ministeri competenti i chiarimenti necessari e le risorse dedicate.
Si tratta di argomenti sostanziali che anche il Piano Triennale non ha chiarito fino in fondo, nonostante il grande impegno profuso in questi mesi da Agid e dal Team Digitale di Diego Piacentini. Rimane sempre sullo sfondo la questione dell'autonomia dell'Ente locale che, abbinata alla scarsa capacità di spesa, lascia di fatto in mano all'Ente le scelte attuative senza che però lo stesso disponga degli strumenti e dei mezzi economico/finanziari per procedere.

La Banca dati pubblica
La contabilità armonizzata e l'invio dei dati alla BDAP meritano invece un ragionamento specifico perché molto si è fatto in questi mesi grazie al lavoro della Commissione Arconet alla quale partecipa anche AssoSoftware. L'attività congiunta, formativa e informativa, delle Istituzioni e delle imprese associate, insieme ai numerosi documenti prodotti dalla Commissione Arconet con Faq e chiarimenti man mano pubblicati sui singoli argomenti della contabilità economico–patrimoniale, hanno certamente rafforzato le prassi e i comportamenti degli operatori sulla gestione della nuova contabilità armonizzata e degli schemi di bilancio e l'impostazione del bilancio consolidato. Alla luce di questo sforzo congiunto, si può affermare che il progetto si trovi ora a un buon punto di attuazione. Certamente ci sono aspetti migliorabili, in particolare per quanto riguarda gli strumenti di controllo preventivo degli schemi e dei flussi contabili prima dell'invio alla Banca Dati Pubblica (BDAP), come pure è auspicabile un maggior scambio di informazioni tra Ministeri e Pa centrali (Mef, Rgs, ecc..) che porti all'unificazione degli adempimenti comunicativi per gli Enti territoriali. È di recente costituzione inoltre, un nuovo gruppo di lavoro ministeriale, per affrontare le tematiche legate alla contabilità economico-patrimoniale e la sua corretta attuazione.

Siope+
Su SIOPE+, il progetto della rilevazione telematica degli incassi e dei pagamenti degli Enti territoriali, siamo ai nastri di partenza. Sono partite intanto le sperimentazioni nel territorio nazionale che vedono coinvolte aziende di software, Enti e banche tesoriere. Il progetto per le sue articolazioni e per il numero di soggetti coinvolti non è banale e richiederà tempi adeguati, ma in questo caso l'obiettivo comune di superare le inefficienze della gestione manuale di mandati e reversali può essere una spinta determinante per l'avvio in tempi rapidi e per il successo dell'operazione.
Infine è sempre di estrema attualità per tutti gli Enti pubblici il tema delle «Misure minime di sicurezza ICT per la P.A.» pubblicate da Agid nel 2016, problematica che si intreccia con quella della Privacy e che dovrà trovare una soluzione definitiva entro il 25 maggio 2018, data entro la quale dovranno essere applicate le nuove disposizioni previste dal Regolamento europeo Ue 2016/679 (GDPR). Su questo punto AssoSoftware ha attivato uno specifico gruppo di lavoro che, grazie anche al confronto con l'Autorità Garante in materia, produrrà nei prossimi mesi linee guida specifiche dedicate alle Aziende di Software per affrontare in modo coerente e professionale i nuovi adempimenti.
Questi sono solo alcuni dei progetti e delle attività per la pubblica amministrazione che vedono impegnate le imprese associate, molte altre meno note e discusse, vengono affrontate quotidianamente e sono alla base del funzionamento degli Enti e dei servizi erogati alla collettività.

(*) Direttore generale AssoSoftware

Le precedenti uscite di Enti locali Software

Anagrafe nazionale: è ora di fare squadra di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Arconet, una sinergia tra pubblico e privato che funziona di Laura Petroccia, Consigliere di Assosoftware con delega per il settore Pubblica Amministrazione e Enti Locali

Rottamazione cartelle Equitalia: anche il software dà una manodi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

PagoPa: attenzione ai progetti a metà che limitano il dialogo tra tutti i sistemidi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Anagrafe nazionale della popolazione residente: Sogei e Assosoftware ripartono insieme di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

PagoPa un tassello fondamentale dell'ecosistema digitaledi Monica Rollandi, Comitato tecnico AssoSoftware area enti locali

Trasmissione dei bilanci armonizzati alla Bdap: imboccata la strada giusta ma si può miglioraredi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Le Province della Sardegna spariscono, anzi si trasformano di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Anpr e grandi progetti strategici dell'agenda digitale: un'occasione di collaborazionetra pubblico e privato di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Contabilità armonizzata: una corsa contro il tempo per Comuni e aziendedi Laura Petroccia, Consigliere di Assosoftware con delega per il settore Pubblica amministrazione e Enti locali

Gli enti alle prese con gli acquisti Ict in attesa del piano triennaledi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Pubblico impiego, flussi previdenziali e contributivi alla ricerca di una stabilitàdi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Anusca e Assosoftware insieme per l'avviamento di Anprdi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Siope+ e i pagamenti elettronici: un altro passo verso la digitalizzazionedella Padi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Il principio «once only» filosofia o realtà? di Monica Rollandi Pa Digitale Spa, Comitato tecnico AssoSoftware

Collaborazione applicativa: così il driver per semplificare l'attività degli operatori delFiscodi Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Il cittadino al centro del rapporto con la pubblica amministrazione: il contributo della digitalizzazione di Monica Rollandi Pa Digitale Spa, Comitato tecnico AssoSoftware

Misure minime di sicurezza Agid per la Pa: prossime scadenze e adempimenti di Roberto Obialero, Ads Automated Data Systems, Comitato tecnico AssoSoftware

Luci e ombre del Piano triennale per l'Ict nella pubblica amministrazione di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Siope+: tutto pronto per la sperimentazione in partenza il 1° luglio di Laura Petroccia, ADS Automated Data Systems

Debito informativo: è possibile omogeneizzare i dati e le modalità di interscambio di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Incontro con il «Team Digitale»: costruire insieme la nuova Pa del futuro di Roberto Bellini, Direttore generale Assosoftware

Protezione dei dati personali: a 10 mesi dall'avvio del Gdpr è ancora possibile adeguarsi con le informazioni giuste di Antonio Campodipietro, Ads Automated Data Systems - Comitato tecnico AssoSoftware


© RIPRODUZIONE RISERVATA