osservatorio anci-ifel

Scuola, Anci: «Su risorse edilizia auspichiamo un impiego più rapido»

di Redazione Anci

«Il piano di azione vedrà altri 530 milioni di euro per la messa in sicurezza delle scuole. Per il Governo la sicurezza e gli interventi di edilizia scolastica sono una priorità assoluta, come lo sono a livello locale per i sindaci».

Così Cristina Giachi, Presidente della Commissione Istruzione, politiche educative ed edilizia scolastica Anci e vice sindaco di Firenze parlando a margine della manifestazione che si è tenuta ieri a Roma presso l'istituto scolastico Pablo Neruda, alla presenza del presidente del Consiglio, Matteo Renzi e del ministro dell'Istruzione Stefania Giannini in occasione della prima Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole. Un evento che è stato anche occasione per siglare un protocollo d'intesa con la Bei, la Banca europea per gli investimenti e la Cassa Depositi e Prestiti per l'incremento delle risorse per il Piano dell'edilizia scolastica.

«Per i Comuni – ha commentato Giachi – il protocollo rappresenta una grandissima opportunità di finanziamento e di intervento sull'edilizia scolastica. L'impegno del governo in questi anni sull'edilizia scolastica sta cominciando a dare risultati importanti – ha proseguito la responsabile Anci - sono migliaia gli interventi già conclusi e molti gli interventi in corso in molti Comuni italiani». Per la responsabile Anci è comunque «necessaria una collaborazione tra tutti i livelli istituzionali, una collaborazione – ha detto - che stiamo maturando anche grazie all'impegno dell'Anci». E ha concluso: «Siamo soddisfatti anche se c'è ancora burocrazia da smaltire e atti amministrativi che richiedono attenzione, velocità ed efficienza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA