Home  › Sviluppo e innovazione

«Impresainungiorno»: 500mila pratiche online con lo sportello unico di Comuni e Unioncamere

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Superata la soglia di mezzo milione di adempimenti online sul portale www.impresainungiorno.gov.it: in poco più di due anni si sono infatti quintuplicate le pratiche dello Sportello unico per le attività produttive (Suap) utilizzando la piattaforma telematica. Lo riferisce Unioncamere affermando che nel 2015 oltre 216mila procedimenti per l'avvio e l'esercizio d'impresa sono stati gestiti dal Suap delle Camere di commercio. «La semplificazione viaggia sulla via del digitale, come dimostra il successo di questa piattaforma telematica realizzata dalle Camere di commercio che sta continuando a raccogliere attorno a sé un numero crescente di adesioni tra i Comuni per rendere nel concreto più facile fare impresa in Italia», ha commentato il presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello.

Lo sportello unico
«Impresainungiorno» mette direttamente in contatto con lo sportello unico che è una funzione obbligatoria che il Comune può esercitare in modalità diverse: in autonomia, in forma associata con altri Comuni oppure con delega alla Camera di commercio competente per territorio.
Al 22 dicembre 2015 sono solo 67 i Comuni che ancora non si sono dotati di un Suap accreditato. Degli 8.085 Comuni infatti, 4.640 sono accreditati presso il ministero dello Sviluppo economico e con sportello operativamente autonomo, mentre gli altri 3.378 (che corrispondono al 41,7% del totale, distribuiti in 16 regioni e 74 province) operano con la locale Camera di commercio. Dai grafici pubblicati da Unioncamere risulta che ad avvantaggiarsene di più del servizio sono state soprattutto le aziende venete (88.066 pratiche) con Venezia che ha realizzato l'8,4% del totale degli adempimenti digitali svolti in Italia, Vicenza (7,4%) e Verona (6,9%).
Dai 18.132 adempimenti digitali di Venezia ai 1.000 di Viterbo: sono 41 le Province che nel 2015 hanno gestito infatti oltre il migliaio di pratiche attraverso il Suap del portale «impresainungiorno». Dopo il Veneto seconde per numero di procedure svolte telematicamente si collocano le imprese lombarde (23,6%) seguite a distanza da quelle pugliesi (5,7%) che però con Lecce si aggiudicano il 6° posto della classifica delle 41 province con più di mille pratiche. La regione Marche con solo 291 adempimenti (0,1%) è il fanalino di coda della classifica preceduto dalla Liguria con 1.113 pratiche. Per quanto riguarda le grandi città oltre alla prima posizione di Venezia, troviamo Torino all'11° posto seguito dal comune di Milano che si posiziona al 13° gradino mentre Roma è solo al 19°.

Come funziona la piattaforma
Attraverso la piattaforma «Impresainungiorno» si può selezionare la Regione, la Provincia e il Comune e accedere allo sportello onlinedell'amministrazione di riferimento che metterà a disposizione la scheda informativa sul Suap e permetterà di acquisire informazioni e inoltrare le istanze. Nel caso non sia ancora disponibile il procedimento telematico presso la circoscrizione si potrà eccezionalmente presentare la relativa istanza con modalità tradizionale, rivolgendoti cioè direttamente agli uffici locali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA