Home  › Sviluppo e innovazione

Milano vince il premio della commissione Ue per l'accessibilità a disabili e anziani

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Milano conquista il titolo di capitale europea 2016 dell'accessibilità per disabili e anziani. La città meneghina si è aggiudicata il riconoscimento dell'Access City Award, assegnato dalla Commissione europea alle realtà apripista sul fronte delle città più libere dalle cosiddette «barriere architettoniche».
Un premio che nelle precedenti edizioni è stato vinto da Avila (Spagna), seguita da una serie di «nordiche»: Salisburgo (Austria), Berlino (Germania), Goteborg e poi Boras (Svezia) e che corona il lavoro del Comune di Milano, a partire dal 2011, su diversi ambiti, dai trasporti e servizi pubblici fino agli impianti sportivi ed Expo 2015. Fra gli interventi già realizzati, l'accessibilità di tutte le 115 linee bus, mentre la spesa annuale per servizi e contributi a persone con disabilità è di 43 milioni di euro.
«Oggi premio Milano per il suo impegno a lungo termine nei confronti dell'accessibilità» ha detto il commissario europeo agli Affari sociali, Marianne Thyssen.
Orgoglioso il primo cittadino uscente, Giuliano Pisapia, per il quale «questo riconoscimento internazionale dimostra che siamo sulla strada giusta».

L'edizione 2016
Milano si conferma tra le città guida del continente euroepo, come ha affermato in questi giorni anche il presidente del Parlamento europeo Martin Schultz e come ha rimarcato Pisapia. «Incoraggio personalmente le città ad imparare dalle buone pratiche di Milano e delle altre vincitrici nell'Unione europea, per migliorare l'inclusione delle persone anziani o disabili» ha aggiunto Thyssen, che in questa edizione 2016 ha visto candidarsi 48 città da 19 Stati membri, selezionate prima da una giuria nazionale e poi da quella europea.
A livello italiano, Milano ha avuto la meglio su Trieste e Venezia, poi in finale a Bruxelles ha battuto Wiesbaden (Germania), Tolosa( Francia) Vaasa (Finlandia) e Kapsovar (Ungheria), che sono state comunque premiate per gli sforzi compiuti.

Milanofacile
L'Access City Award è «frutto del dialogo con le associazioni che rappresentano i cittadini con disabilità e con le organizzazioni del Terzo settore» ha sottolineato Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali, presente alla cerimonia nella capitale europea. «Alla domanda se Milano sia una città accessibile, rispondiamo ancora di no, ma quel che è certo è che il cambio di passo c'è stato» ha ammesso Majorino, secondo cui «l'Ue ha riconosciuto sia l'apporto fondamentale dato da Expo 2015 e dal suo sito expofacile.it, che diventerà presto Milanofacile.it, sia le azioni poste in atto in maniera sinergica, attraverso l'adozione del piano per l'abbattimento delle barriere architettoniche, dai diversi settori dell'amministrazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA