osservatorio anci-ifel

Meet Smart Cities, 21 progetti innovativi per la collaborazione tra Comuni e imprese

di Simone D'Antonio

Dalle app ai servizi innovativi, dalle piattaforme energetiche agli impianti per il riciclo: i 21 progetti selezionati dall'iniziativa Meet Smart Citiesrappresentano un campionario delle principali azioni di innovazione, più o meno note, attualmente presenti in Italia. Amministrazioni locali e investitori privati sono invitati a Bologna il 16 ottobre, nell'ambito di Smart City Exhibition (per iscriversi è possibile accedere al link http://www.smartcityexhibition.it/it/meet-smart-cities-dove-le-citt%C3%A0-intelligenti-incontrano-linnovazione-sociale), per incontrare gli artefici di queste progettualità ed eventualmente avviare percorsi realizzativi comuni, con l'obiettivo di rendere tali innovazioni l'asse portante di uno sviluppo urbano integrato e sostenibile.
Sono quasi cento in totale i progetti presentati nel corso di un mese da parte di associazioni di cittadini, start up innovative e semplici cittadini nell'ambito dell'iniziativa dell'Osservatorio Smart City dell'Anci, che ha selezionato i migliori progetti con l'intento di indirizzare l'azione delle amministrazioni comunali interessate verso attività di respiro europeo, capaci spesso di riconnettere il nostro Paese al dibattito regionale e globale su diversi campi legati all'innovazione.

Sei tavoli per approfondire i progetti
Sei tavoli di lavoro (denominati Welfare, Sharing, Living, Environment, Accessibilità/Spazio pubblico e Energia) discuteranno e approfondiranno i contenuti dei progetti selezionati, coinvolgendo direttamente amministratori locali e investitori privati in un dialogo aperto sulla trasferibilità di tali idee nei diversi territori.
Al tavolo Welfare saranno presentati tre progetti destinati a tre diverse categorie in cerca di particolari forma di cura e assistenza. Il progetto "Badaplus" prevede la realizzazione di una app per assistere e monitorare a distanza un familiare in difficoltà, "Arianna" realizza invece un sistema di navigazione a basso costo per persone ipovedenti mentre "L'Alveare" realizza un sistema di coworking con annesso spazio dedicato ai bambini, per favorire una migliore conciliazione tra tempi di vita e di lavoro.
Sul fronte dell'Energia, il progetto "Ricigen" prevede la fabbricazione di generatori di corrente costruiti interamente con materiali di riciclo mentre "Enersaving" è una piattaforma di energy management che aiuta i cittadini ad avere maggiore consapevolezza dei propri consumi energetici. Il progetto "Wind City" prefigura la realizzazione di turbine per favorire la creazione di energia eolica nei contesti urbani.
Sono invece quattro i progetti selezionati nella categoria Living, spesso capaci di coniugare l'utilizzo delle nuove tecnologie a modelli partecipativi tradizionali. "Find My Lost" crea una app che mette in contatto a livello globale chi perde un oggetto con chi lo ritrova, "Rollin'Art" offre attraverso un'applicazione la possibilità agli artisti di strada di auto di promuoversi e geolocalizzarsi, "Ways Water Web" crea percorsi turistici fra le reti idriche sotterranee mentre "Verde Insieme" coinvolge i residenti di Imola in una sperimentazione per il mantenimento partecipato del verde pubblico.
Nella categoria Sharing prevalgono invece i progetti che puntano a favorire nuove forme di relazione nelle città attraverso la condivisione di beni e servizi in modalità innovative. "Net2Share" lancia campagne di crowdfunding per persone in difficoltà, "UseIt" crea un portale di condivisione di annunci e vendite tra privati, "App I need" facilita l'incontro tra la domanda e offerta di bisogno in città, "I Bravi Piedoni" promuove la pedonalità dei bambini con percorsi di pedibus-sharing.
Al tavolo Accessibilità e Spazio Pubblico si esploreranno le potenzialità di quattro progetti in gran parte legati a trasporto e sicurezza. "PoolMe" supporta le famiglie nell'organizzazione dei trasporti scolastici, "TrafficO2" coinvolge le aziende nella realizzazione di sistemi innovativi e integrati di trasporto ecologico, "Park Smart" consente il controllo a distanza dell'occupazione dei parcheggi mentre "Mappina" realizza una piattaforma di mappatura collaborativa basata sulla georeferenziazione di contenuti culturali.
Infine, per la categoria Ambiente il progetto "Biopps" realizza un sistema brevettato per l'abbattimento di odori e liquidi derivati da rifiuti, "SUDS" ristabilisce il ciclo naturale dell'acqua grazie al controllo delle portate meteoriche mentre la "Casa del Compost" favorisce la realizzazione di micro-impianti in cui i cittadini possono conferire gli umidi domestici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA