Home  › Sviluppo e innovazione

Fondo europeo sociale: fino al 30 settembre proposte alla Regione Abruzzo con «Dicci la tua»

di Paola Rossi

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

La Regione Abruzzo apre alle idee e proposte della cittadinanza l'utilizzo delle risorse del Fondo europeo sociale. Con l'iniziativa «Dicci la tua» si possono presentare le inziative fino al prossimo 30 settembre.

Partecipazione alle politiche regionali
La Regione Abruzzo avvia una prima sperimentazione di percorso di partecipazione alle politiche regionali finalizzato alla co-progettazione del Piano Pluriennale di Attuazione 2014-2015-2016, il documento di concreto avvio del «Por Fse Abruzzo 2014-2020». Viene aperta la partecipazione di cittadini, imprese, associazioni, professionisti, portatori di interessi e chiunque sia interessato a scrivere il futuro del Fondo Sociale Europeo in Abruzzo.
Il nuovo approccio viene pubblicizzato dalla Regione con l'intenzione di passare da una Programmazione "calata dall'alto" all'ascolto dei territori e degli abruzzesi. La sperimentazione è in linea con uno degli obiettivi del principale documento di programmazione regionale, il Dpefr: arrivare ad una legge regionale abruzzese sulla partecipazione.
La Regione propone un percorso sperimentale in due fasi. Prima l'input ai privati a partecipare all'ideazione e successivamente la co-progettazione con il diretto coinvolgimento dei soggetti proponenti.

I fase: partecipazione on-line
Promuovere la concreta partecipazione dei cittadini e dei diversi stakeholder ai momenti decisionali rappresenta uno dei più importanti processi innovativi che la Regione intende mettere in campo: «Per farlo utilizziamo gli strumenti resi disponibili dalla diffusione di Internet e chiediamo agli interessati di esprimere un contributo di idee riempiendo un semplice modulo on line».

II fase: co-progettazione
La seconda fase della sperimentazione vedrà il coinvolgimento di chi avrà proposto alla Regione le idee più interessanti e cantierabili e sarà chiamato via mail a fornire un contributo più approfondito.

L'iniziativa abruzzese
Sul sito istituzionale dell'ente territoriale si legge in merito alla sperimentazione lo slogan «Apriamo una "finestra di partecipazione" sul nuovo portale regionale www.abruzzolavoro.eu». Nella finestra si possono imbucare idee e contributi alla costruzione del Piano Pluriennale di Attuazione 2014-2015-2016 del Fondo Sociale Europeo in Abruzzo, sostenuto da 47,3 milioni di euro. L'iniziativa ormai partita il 29 luglio si concluderà appunto in questi giorni fino al 30 settembre.
La Regione annuncia che alla chiusura della prima fase della sperimentazione relativa alla partecipazione on-line verrà pubblicato un report di sintesi sugli accessi, le diverse tipologie di azioni selezionati per avere e dare un resoconto circa l'interesse e l'effettiva partecipazione all'iniziativa. Chiusa la prima fase della sperimentazione, il team di lavoro interno procede alla selezione delle idee più interessanti, con riferimento al contributo che le stesse possono dare alla strategia regionale, e contatta direttamente le persone/soggetti interessati per partecipare alla seconda fase della sperimentazione: la co-progettazione.
Ai soggetti contattati verrà chiesto di fornire un ulteriore contributo di maggior dettaglio dell'idea proposta al fine di raccogliere elementi più specifici e utili alla stesura del Piano Pluriennale d'Attuazione ed eventualmente di Avvisi pubblici per la selezione degli interventi che saranno previsti dallo stesso Ppa. I soggetti contattati hanno 15 giorni di tempo per fornire i propri approfondimenti, trascorsi i quali non saranno più presi in considerazione. Il Piano viene redatto dalla Regione entro il 2015, alcuni interventi possono essere avviati già nel corso dell'anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA