osservatorio anci-ifel

Il lungo e straordinario percorso di ANCIperEXPO

di Pier Attilio Superti (*)

Anci ha raccolto la sfida lanciata da EXPO 2015 convinta che fosse un evento che riguardava tutti i territori italiani, i Comuni come registi capaci di unire la qualità ambientale e urbana, la cultura e la ricerca moderna, la produzione e la trasformazione alimentare.
Nasce così, già nel settembre 2013, quando di Expo ancora poco si sapeva e quando in pochi si sarebbero aspettati lo straordinario successo che l'Esposizione sta riscuotendo oggi, la grande sfida del progetto ANCIperEXPO, che è riuscita a portare l'evento milanese in moltissime città italiane, toccando tutte le regioni e portando nel sito di Rho Fiera Expo Milano 2015 i migliori esempi della nostra cultura enogastronomica e delle nostre tradizioni.
Fortemente voluto dal Presidente dell'Anci, il progetto prende corpo con un protocollo sottoscritto dal ministero dell'Agricoltura, dalla società Expo stessa, da Padiglione Italia e dalla Presidenza del Consiglio dei ministri. ANCIperEXPO è stata una sfida vinta che ha portato nel Paese un'energia positiva e che ha trasformato l'Esposizione universale nell'occasione per tutti i Comuni italiani di rilanciarsi.

Il roadshow tutto italiano
Abbiamo ideato un roadshow tutto italiano: con un truck brandizzato siamo stati ospiti di tutte le Regioni e abbiamo coinvolto quasi 50 Città tra il 2014 e il 2015 rendendole protagoniste di EXPO. Il nostro slogan L'Italia in tutti i sensi ci ha guidati attraverso la riscoperta e il racconto del nostro Bel Paese, attraverso la vista, il tatto, l'olfatto, l'udito e il gusto. Inoltre, sono stati protagonisti centinaia di piccoli e medi Comuni attraverso la rete di Res Tipica che raccoglie le eccellenze dei territori.
Il progetto ha dato vita a proposte innovative ed è nato il percorso "Velocità e Lentezza", con le prime tappe di Monza e Maranello nel 2014 per continuare nel 2015 con una vera immersione nel mondo dei motori. La velocità dei motori da un lato, e la lentezza per la lavorazione dei prodotti di qualità dall'altro. Città dei Motori ha inoltre coinvolto la Polizia stradale e Rai Isoradio per dare ancora più risalto al tour.

I Comuni protagonisti
Dopo un anno di promozione nei territori, sempre accompagnati dai protagonisti di Expo e Padiglione I il 1° maggio 2015 i cancelli del sito espositivo si sono spalancati e ANCIperEXPO ha reso protagonisti i Comuni stessi. Dentro il Mercato di Cascina Triulza abbiamo allestito un'isola Anci dove a turno circa 300 Comuni hanno la possibilità di presentarsi e di farsi conoscere, di far degustare i loro prodotti di qualità e di vendere le loro eccellenze. Ogni mese inoltre, ogni quarto lunedì, abbiamo dedicato ai Comuni una giornata di protagonismo: abbiamo ascoltato le loro esperienze innovative che parlano di qualità, assaggiato le prelibatezze regionali, li abbiamo accompagnati sul decumano durante parate folkloristiche, abbiamo fatto in modo che le tradizioni e il saper fare innovativo italiano diventassero un'attrattiva coinvolgente per il visitatore di Expo. Allo stesso modo con Padiglione Italia, abbiamo costruito per ogni mese una giornata di protagonismo dei territori, occupando gli spazi dell'Auditorium di Padiglione Italia, il palco del Qatar e del Cluster Biomediterraneo, il cardo e la pedana nell'atrio del Palazzo Nazionale.
ANCIperEXPO è stato per i Comuni l'occasione di unirsi per mostrarsi forti e consapevoli delle proprie eccellenze. Per noi, la conferma di un'Italia in tutti i sensi che può essere un punto di riferimento per il mondo.

(*) Responsabile progetto ANCIperEXPO


© RIPRODUZIONE RISERVATA