Home  › Sviluppo e innovazione

Edilizia scolastica, online l'elenco dei primi 1.200 interventi finanziati con mutui Bei

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

È disponibile da ieri sul sito del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca l'elenco dei primi 1.215 interventi di edilizia scolastica per il 2015che saranno finanziati attraverso lo strumento dei mutui agevolati Bei (Banca europea per gli investimenti), con oneri di ammortamento a carico dello Stato.
Gli oltre 1.200 interventi saranno coperti subito con un finanziamento totale di 739.272.550,50 euro.
Il ministro Stefania Giannini, ha infatti firmato il decreto interministeriale Miur-Mef che autorizza le Regioni a stipulare i mutui con la Bei.

Il protocollo d'intesa
Prende, dunque, quota l'operazione avviata la settimana scorsa con la firma del protocollo d'intesa tra Presidenza del consiglio, ministro dell'Istruzione Banca europea per gli investimenti, che sblocca le risorse dei prestiti trentennali Bei per il finanziamento della prima annualità del piano Miur 2015-2017 per l'edilizia scolastica (si veda l'articolo pubblicato sul Quotidiano degli enti locali e Pa del 24 luglio 2015).

Regioni ed enti locali
Ogni Regione può ora utilizzare la quota di risorse che le è stata assegnata e gli enti locali indicati nel piano annuale 2015 possono avviare le procedure di gara e i relativi appalti per gli interventi nelle scuole del proprio territorio.
I fondi saranno utilizzati non solo per la costruzione di nuovi edifici scolastici, ma anche per la ristrutturazione, la messa in sicurezza, l'adeguamento antisismico e l'efficientamento energetico di quelli esistenti.

La prima annualità di programmazione
I 1.215 interventi - spiega il dicastero di viale Trastevere - rientrano fra quelli che le Regioni hanno indicato come prioritari nella programmazione triennale nazionale per l'edilizia scolastica di cui l'Italia si è dotata quest'anno per la prima volta a maggio. Una programmazione che riguarda il triennio 2015-2017, per il quale il finanziamento totale previsto attraverso lo strumento dei mutui agevolati è di 905 milioni.
A seguito delle verifiche sui progetti presentati per la prima annualità hanno avuto il via libera 1.215 interventi. I fondi non assegnati nel 2015 saranno utilizzati nel 2016 e nel 2017.


© RIPRODUZIONE RISERVATA