Home  › Servizi pubblici

Interdittiva antimafia: il contesto familiare può provare la «consorteria criminale»

di Alessandro Valerio De Silva Vitolo

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

È legittima l’informazione interdittiva antimafia dell’Autorità prefettizia – da cui deriva la revoca della licenza di un servizio pubblico - che «riconosce» il pericolo di condizionamento criminale basandosi sul criterio del «più probabile che non», visti i rapporti di parentela, affinità o coniugio del soggetto beneficiario del provvedimento autorizzatorio con esponenti mafiosi . È quanto afferma il Tar Calabria, Reggio Calabria, con la sentenza del 24 marzo 2017, n. 241. Il caso Con ordinanza del giugno 2016, il Comune di ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?