osservatorio anci-ifel

Conferenza unificata, servizi pubblici locali, rifiuti e personale, ecco i temi principali della riunione di ieri

di Emiliano Falconio

Servizi pubblici locali, sanzioni Ue a carico dei Comuni per le discariche abusive e sblocco del turn over: sono questi i principali punti di cui si è parlato nel corso della Conferenza unificata, riunitasi ieri al ministero per gli Affari regionali.

Servizi pubblici locali
Dopo la conferma della disponibilità all'accoglimento degli emendamenti Anci presentati in sede tecnica, e su cui già c'era stato un assenso di massima, l'Anci ha dato parere favorevole allo schema di decreto legislativo sul Testo unico sui servizi pubblici locali. Un «apprezzamento pieno» spiegato al termine dei lavori dal vicepresidente Anci Roberto Pella che ha motivato il via libera Anci «per l'obiettivo che questo decreto si prefigge, anche alla luce dei correttivi del testo su cui il governo si è detto disponibile ad intervenire, con l'accoglimento delle nostre proposte emendative. In particolare – ha aggiunto Pella – oltre allo snellimento delle procedure per l'assunzione dei servizi pubblici locali di interesse economico generale attraverso le società cosiddette in house, sull'articolo 16 del provvedimento abbiamo rimarcato come sia necessario un pieno coinvolgimento dei Comuni e dell'Anci rispetto al delicato tema dell'assimilazione dei rifiuti».

Il personale
Al termine della riunione il vicepresidente Anci ha voluto sollecitare al ministro degli Affari regionali Enrico Costa due risposte ad altrettante questioni di particolare interesse per i Comuni: il blocco del turn over e le sanzioni comminate all'Italia dall'Ue per via delle discariche abusive.
Per quanto riguarda il personale, il vicepresidente Anci ha ricordato come «la questione del blocco del turn over sta creando molte difficoltà nei Comuni, grandi e piccoli. Abbiamo perciò sollecitato al ministro Costa una risposta alla lettera inviata nei giorni scorsi dai presidenti Fassino e Bonaccini, con cui è stato chiesto di inserire all'ordine del giorno della prossima Unificata un punto dedicato al tema del Personale». Lo ha detto il vicepresidente Anci e sindaco di Valdengo, Roberto Pella, al termine della Conferenza Unificata tenutasi ieri. «Come già abbiamo avuto modo di dire – ha aggiunto Pella - da quasi due anni Comuni e Regioni subiscono il blocco del turnover in ragione del processo di riallocazione del personale soprannumerario di Città Metropolitane e Province. Uno scenario critico che chiediamo di cambiare tramite un immediato ripristino del regime ordinario delle assunzioni di personale, e di sblocco del turn-over».

Discariche abusive
Infine le sanzioni Ue sulle discariche abusive. «Le cifre delle sanzioni della Corte di giustizia europea per le violazioni in materia di discariche abusive in alcuni Comuni italiani – ha ricordato Pella – sono onerose e rischiano di sballare i bilanci. Abbiamo perciò sollecitato il governo e il ministro Costa ad avviare al più presto il tavolo tecnico ad hoc di approfondimento chiesto nei giorni scorsidal presidente Anci Fassino».


© RIPRODUZIONE RISERVATA