Home  › Servizi pubblici

Agcom e Autorità per l'energia: al via collaborazione e scambio di personale

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Sinergia e complementarietà, fino allo scambio di personale. Sono queste le caratteristiche del protocollo d'intesa approvato la scors asettimana dal Consiglio dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) e dal Collegio dell'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico.
L'accordo rientra nelle iniziative di collaborazione tra autorità indipendenti ed è finalizzato a promuovere, appunto, forme di collaborazione "avanzate" e anche "informali" - come si legge nel testo del protocollo - in materia gestionale e tecnico-scientifica. Il protocollo quadro è la cornice entro cui inserire iniziative congiunte di natura specifica (per esempio, protocollo di gestione in comune di alcuni servizi e scambio di personale, progetto machine-to-machine, già avviato, ruolo delle utilities energetiche e idriche nei progetti di sviluppo delle infrastrutture di comunicazioni elettroniche, analisi e confronto dei diversi modelli di regolamentazione dei servizi).

L'accordo
Le due Autorità si coordineranno sui temi di interesse comune quali le politiche di regolamentazione della concorrenza e di garanzia dei servizi.
Sarà promosso il reciproco scambio di informazioni e pareri e iniziative congiunte per l'invio congiunto di segnalazioni al Parlamento o al Governo.
È prevista la creazione di osservatori per la tutela dei consumatori nei settori di rispettiva competenza.
Il protocollo, che è già in vigore, essensdo stato pubblicato sui siti istituzionali delle due Autorità, prevede la declinazione di specifiche attività in altrettanti protocolli d'intesa dedicati.

Lo scambio di personale
L'Aeegsi e l'Agcom si sono impegnate a favorire la scambio reciproco di personale, anche nella forma del comando e del distacco. Saranno rispettati limiti e modalità previsti nei rispettivi ordinamenti e nel rispetto dei principi di reciprocità.
Restano a carico dell'Autorità di appartenenza gli oneri relativi al trattamento economico del personale individuato per lo scambio che potrà avere la durata massima di sei anni e potrà avvernire con il consenso di entrambre le Autorità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA