Home  › Servizi pubblici

Società in house, la maggioranza degli organi deve restare in mano pubblica

di Michele Nico

Una società può considerarsi in house soltanto se l'Ente partecipante è titolare del potere di nomina e revoca quanto meno della maggioranza dei componenti degli organi di amministrazione e controllo, dacché solo in presenza di tale presupposto il socio pubblico è in grado di indirizzare l'attività dell'organismo partecipato verso il perseguimento delle finalità di pubblico interesse, che altrimenti, ove il "governo societario" fosse attribuito ai soci privati, correrebbero il rischio di non essere attuate.Questo il principio affermato dal ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?