Home  › Personale

Risarcimento del danno anche se il datore pubblico non può convertire il contratto a termine

di Aldo Monea

Un’Azienda sanitaria provinciale assume una dipendente con una serie di contratti a termine. L’interessata, una volta licenziata per scadenza del termine, ricorre al giudice del lavoro per vedere riconosciuta l’illegittima apposizione del termine e il risarcimento del danno. L’iter di merito Il primo grado riconosce alla dipendente la declaratoria di illegittimità del termine apposto ai plurimi contratti intervenuti tra le parti e condanna l’azienda sanitaria al risarcimento. L’azienda pubblica ricorre in appello. La Corte d’appello di Palermo, il 4 gennaio 2016, ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?