Home  › Personale

Il «no» al trasferimento del dipendente per assistere il familiare disabile non vale senza preavviso di rigetto

di Vincenzo Giannotti

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

La richiesta di un dipendente di riavvicinamento alla sede più vicina per assistere la propria madre disabile potrebbe essere contrapposta alle esigenze organizzative dalla Pa tese al buon andamento degli apparati e uffici. Questo contrapposto bilanciamento di interessi, entrambi meritevoli di tutela, determina per la Pa un obbligo di profonda motivazione, tale da richiedere in via preliminare l'attivazione di un sub procedimento partecipativo, ai sensi dell'articolo 10-bis della legge 241/1990. L'omesso preavviso di rigetto comporta l'annullamento della ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?