Home  › Personale

Turn over all’80% per la Polizia municipale - Si tratta sull’aumento generalizzato delle assunzioni nei Comuni

di Gianni Trovati

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Turn over all’80% nel 2017 e al 100% a partire dal 2018 per la Polizia locale. È arrivato uno degli emendamenti più attesi dai Comuni all’interno del lavoro sulla legge di conversione del decreto sicurezza, che oggi pomeriggio dovrebbe ottenere il via libera dell’Aula della Camera e passare al Senato. «Una vittoria dell’Anci - commenta a caldo il presidente dell’Associazione dei Comuni Antonio Decaro -, perché avevamo ribadito questa pressante richiesta anche durante l'ultima audizione, pochi giorni fa, davanti alle commissioni riunite Affari costituzionali e Giustizia della Camera». Nell’ottica degli amministratori, ribadita da Decaro, questo è però solo «un primo passo», in attesa di un ampliamento generalizzato degli spazi assunzionali, atteso nel decreto enti locali che dovrebbe arrivare sui tavoli del consiglio dei ministri la settimana prossima. La partita è ancora aperta, ma in favore dei Comuni è arrivata un’apertura importante direttamente dalla Funzione pubblica con il sottosegretario Angelo Rughetti che ha sostenuto l’urgenza di intervenire sul tema (si veda Il Quotidiano degli enti locali e della Pa di ieri).
A rendere possibile la mossa c’è anche il fatto che per aprire nuovi spazi al turn over negli enti locali non servirebbero coperture aggiuntive immediate da trovare nel decreto, dal momento che sono gli enti locali a finanziare direttamente le assunzioni. Il problema, quindi, si ribalterebbe direttamente sui bilanci comunali, che dovranno far fronte però anche agli stanziamenti da effettuare per il rinnovo contrattuale. A livello statale è appena stato firmato dalla ministra per la Pa e la semplificazione Marianna Madia (si veda Il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 9 marzo) il Dpcm che individua le risorse già disponibili per i rinnovi, pari a 1,2 miliardi comprensivi dei 300 milioni già stanziati sul 2016. Per quantificare lo sforzo locale, il provvedimento indica che le risorse messe finora sul piatto valgono lo 0,36% del monte salari per il 2016, l'1,09% per quest'anno e l'1,45% per il prossimo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA