Home  › Personale

Beni culturali, anche per i musei degli enti locali obbligatoria l'apertura a metà in caso di sciopero

di Gianni Trovati

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Si completa il quadro delle regole degli scioperi nei musei alla luce del «decreto Colosseo» del 18 settembre scorso. Ieri all'Aran è stato firmato l'accordo con i sindacati per la disciplina nei musei gestiti dagli enti locali, che replica quella scritta nell'intesa del 24 febbraio sui musei nazionali (si veda Il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 25 febbraio).
I due accordi, che vanno ora sui tavoli dell'Autorità di garanzia sugli scioperi per quella che dovrebbe essere solo un aratifica, fissano i livelli minimi che dovranno essere garantiti in caso di sciopero nei musei e nei beni culturali, rientrati fra i servizi pubblici essenziali come sanità e trasporti proprio per effetto del decreto Colosseo.
La regola è quella del 50%: nei giorni di sciopero dovrà essere accessibile ai visitatori almeno la metà degli spazi che di solito sono aperti e, quando questa divisione per metri quadrati non sarò possibile, occorrerà garantire l'apertura integrale per metà dell'orario normale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA