Home  › Personale

Utilizzo resti per assunzioni, pensioni, assistenza disabili e infortunio Inail

di Gianluca Bertagna

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

La rubrica settimanale con le indicazioni sintetiche delle novità normative e applicative intervenute in tema di gestione del personale nelle pubbliche amministrazioni.

Utilizzo resti per assunzioni: continue conferme
La Corte dei conti del Molise, con deliberazione n. 184/2015/PAR, si allinea all'orientamento ormai costante tra le varie sezioni regionali, per il quale gli enti locali possono effettuare assunzioni di personale a tempo indeterminato non vincolate dalla disposizione del comma 424 utilizzando la capacità assunzionale del 2014 derivante dalle cessazioni di personale nel triennio 2011-2013, sempre nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica; mentre, con riguardo al budget di spesa del biennio 2015-2016 (riferito alle cessazioni di personale intervenute nel 2014 e nel 2015), la capacità assunzionale è soggetta ai vincoli posti dall'articolo 1, comma 424, della legge 190/2014 finalizzati a garantire il riassorbimento del personale provinciale.

Il calendario del pagamento delle pensioni nel 2016
Conmessaggio n. 7508 del 18 dicembre 2015 (allegato), l'Inps ricorda che con precedente messaggio n. 3519 del 25 maggio 2015, è stata illustrata l'armonizzazione della data di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall'Istituto medesimo, dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché delle rendite vitalizie dell'Inail, introdotta dall'articolo 6 del decreto legge 21 maggio 2015 n. 65 convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2015 n. 109. A partire dalla mensilità di giugno 2015, quindi, il pagamento viene fissato al primo giorno di ciascun mese o il giorno successivo se festivo o non bancabile, con un unico mandato di pagamento, eccezion fatta per il mese di gennaio 2016 in cui il pagamento deve essere effettuato il secondo giorno bancabile.

Requisiti del trasferimento per assistenza persona disabile - legge 104/1992
L'articolo 33, comma 5, della legge 104/1992 prevede il diritto dei lavoratori a scegliere, nel contesto dell'assistenza a soggetti con gravi disabilità, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da curare. La questione è stata di recente sottoposta al Consiglio di Stato, Sezione III, che nella sentenza n. 5113ha affermato che: «Agli effetti del trasferimento ai sensi dell'art. 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992, per dare assistenza con carattere di continuità a parente o affine entro il terzo grado che versa in condizione di handicap - l'inciso "ove possibile", contenuto nella predetta disposizione, nel settore del pubblico impiego sta a significare che, avuto riguardo alla qualifica rivestita dal pubblico dipendente, deve sussistere la disponibilità nella dotazione di organico della sede di destinazione del posto in ruolo per il proficuo utilizzo del dipendente che chiede il trasferimento […]. Dunque, gli unici parametri entro i quali l'Amministrazione deve valutare se concedere o meno il trasferimento sono, da un lato, le proprie esigenze organizzative ed operative, e dall'altro l'effettiva necessità del beneficio, al fine di impedire un suo uso strumentale».

Denuncia di infortunio all'Inail anche di sabato
L'Inail ha rilasciato un parerecon il quale "obbliga" a presentare le denunce d'infortunio anche al sabato, motivando il provvedimento con la necessità di garantire tempestivamente all'assicurato l'erogazione delle prestazioni spettanti per legge. Nel dettaglio, a seguito di alcuni quesiti relativi all'attualità delle istruzioni impartite dall'Inail con la circolare n. 22/1998 in base alle quali, in materia di denunce di infortunio e di malattia professionale, se il giorno della scadenza del termine relativo alle suddette denunce è festivo, la scadenza stessa «[…] slitta al primo giorno successivo non festivo», viene illustrato dall'Istituto che nei casi di lavoro settimanale articolato su cinque giorni lavorativi, il sabato deve essere considerato normale giornata feriale.

Prospetto informativo disabili
Il ministero del Lavoro ha pubblicato la nota prot. n. 6725 del 30 dicembre 2015, con la quale proroga il termine di presentazione del prospetto informativo disabili al 29 febbraio 2016 (previsto dall'articolo 9, comma 6, della legge 12 marzo 1999 n. 68). Si tratta di una necessità correlata all'adeguamento dei sistemi informatici alla luce delle novità contenute nel decreto legislativo 14 settembre 2015 n. 151.


© RIPRODUZIONE RISERVATA