Home  › Personale

Dall'Agid le specifiche tecniche sulle postazioni di lavoro per dipendenti disabili

di Daniela Casciola

Emanate le specifiche tecniche per hardware, software e tecnologie assistive a disposizione dei dipendenti con disabilità. L'Agenzia per l'Italia Digitale ha pubblicato la circolare n. 2/2015 con le linee guida utili a datori di lavoro pubblici e privati per l'identificazione della strumentazione e delle tecnologie più idonee allo svolgimento dei compiti assegnati ai dipendenti disabili.
Il documento, condiviso con amministrazioni, enti, federazioni e associazioni impegnati sul tema dell'accessibilità, è anche frutto della consultazione pubblica cui è stato sottoposto sul sito Agid per tutta l'estate.

L'ambito applicativo
Il riferimento di base, terminologico e concettuale, è la definizione di «persona con disabilità» contenuta nella Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti della persona con disabilità (articolo 1, comma 2): «Per persone con disabilità si intendono coloro che presentano durature menomazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali che in interazione con barriere di diversa natura possono ostacolare la loro piena ed effettiva partecipazione nella società su base di uguaglianza con gli altri».
L'articolo 4, comma 4, della legge 4/2004 stabilisce invece l'obbligo: «I datori di lavoro pubblici e privati pongono a disposizione del dipendente disabile la strumentazione hardware e software e la tecnologia assistiva adeguata alla specifica disabilità, anche in caso di telelavoro, in relazione alle mansioni effettivamente svolte».

Le linee guida
Il tema riguarda l'intero processo multidimensionale dell'accessibilità che va dalla pervasività del digitale alla sua influenza per il miglioramento dei servizi al cittadino e della qualità della vita di tutti, tema da affrontare in un quadro di sinergia e condivisione tra le amministrazioni e istituzioni coinvolte. Le specifiche tecniche, mirano alla rimozione o riduzione delle barriere digitali che le persone con disabilità possono incontrare nell'uso di strumenti informatici.
La circolare specifica che gli elementi di riferimento e le linee di indirizzo non sono esaustive ma suscettibili di aggiornamenti e integrazioni: in quest'ottica le specifiche tecniche saranno aggiornate in concomitanza con l'evoluzione degli strumenti disponibili sul mercato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA