Home  › Personale

Turnover al 63% per le nuove commissioni mediche che valutano i dipendenti pubblici

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Idoneità al servizio, aggravamenti d'infermità, accertamenti sanitari dei dipendenti pubblici saranno valutati da 200 medici di cui il 63% di nuova nomina: dalle prime graduatorie delle rinnovate commissioni mediche di verifica (Cmv) dei requisiti per l'accesso alle prestazioni sociali emerge infatti che il tasso del turnover dei componenti è molto elevato. Un dato che potrebbe anche salire in quanto per ora sono stati analizzati i dati di sette elenchi regionali (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Trentino- Alto Adige) dei 20 previsti.
Per la selezione dei componenti delle nuove commissioni mediche, sembrano dunque funzionare i criteri di trasparenza e rotazione delle scelte stabiliti dalla direttiva del ministro dell'Economia del 6 marzo 2015 n. 27490 in applicazione dei principi contenuti nel Piano triennale di prevenzione della corruzione del ministero del Tesoro relativo al triennio 2015-2017 (Dm 30 gennaio 2015).
Sono 1.168 i medici specializzati in medicina interna, legale e del lavoro, neurologia, ortopedia, psichiatria, oftalmologia, otorinolaringoiatria, cardiologia, geriatria, oncologia che hanno partecipato alla selezione che si è conclusa l'8 luglio scorso (30 giorni dopo la pubblicazione dell'avviso dell'8 giugno) per la formazione delle graduatorie da cui attingere ogniqualvolta si renderà necessario per le esigenze di funzionamento delle Commissioni.

Le graduatorie
È del 100% il tasso di turnover registrato nel rinnovo dei componenti della Cmv dell'Aquila: dai decreti di approvazione delle prime sette graduatorie, fino al 28 luglio, emerge che sei medici su sei del capoluogo abruzzese sono nuovi, per Bologna cinque medici degli otto richiesti sono di prima nomina (62,5%) mentre solo il 40% degli specialisti delle Commissioni di Torino e Catanzaro ricoprivano la carica. Insomma dei 46 medici richiesti per le Commissioni di Bologna, Trieste, L'Aquila, Potenza, Torino, Trento e Catanzaro, 29 sono nuovi con un tasso del turnover pari al 63 per cento.
Ma presto questi numeri verranno aggiornati con i dati delle altre commissioni: il 3 agosto il ministero ha pubblicato i decreti di approvazione delle Cmv di Ancona, Genova, Milano e Perugia che vanno ad aggiungersi ai sette già analizzati. Ma comunque entro l'autunno la selezione verrà ultimata e anche per le restanti nove Commissioni (Bari, Cagliari, Campobasso, Firenze, Napoli, Palermo, Roma, Venezia compresa la Commissione medica superiore) potranno essere analizzati i dati relativi al turnover.


© RIPRODUZIONE RISERVATA