Home  › Fisco e contabilità

Via libera dalla Cdp alla rinegoziazione dei mutui 2018 per Province e Città metropolitane

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Arriva con una lettera della Presidenza della Cassa depositi e prestitial Presidente dell’Upi Achille Variati l’annuncio del via libera a un'operazione di rinegoziazione dei prestiti concessi alle Province e alle Città metropolitane.
La notizia era molto attesa dagli enti interessati e che potrebbe rivelarsi determinante per riuscire a chiudere i bilanci preventivi di diverse Province - come ha commentato il Presidente Variati.

Le prime indicazioni
Una lettera che anticipa le istruzioni operative che presto saranno formalizzate in una circolare ma che fornisce già le prime informazioni utili sull'operazione. Intanto l’operazione prevede che, dopo il pagamento al 30 giugno dell’intera rata stabilita dai piani di ammortamento attuali, il debito residuo sia rimborsato:
• versando al 31 dicembre 2018 e al 30 giugno 2019 la sola quota interessi al tasso post rinegoziazione
• al 31 dicembre 2019 fino alla scadenza, si pagheranno rate di ammortamento comprensive di quota capitale e quota interessi, sempre al tasso post rinegoziazione.
Inoltre sarà data la possibilità agli enti di corrispondere gli interessi per il secondo semestre 2018, alternativamente, al 31 dicembre 2018 o al 31 gennaio 2019.
Gli enti potranno anche decidere di anticipare la data di scadenza del prestito rispetto a quanto stabilito prima della rinegoziazione.

In attesa della circolare
Si attende, quindi, ora la circolare della Cassa con le specifiche su condizioni, termini e modalità di rinegoziazione nonché il periodo entro cui gli enti potranno presentare le richieste di adesione per il semestre in corso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA