osservatorio anci-ifel

Estinzione anticipata mutui: scade il 28 febbraio il termine d'invio della comunicazione sull’ammontare definitivo indennizzi del 2016

di Redazione Anci

Si ricorda che il 28 febbraio 2017 scade il termine per l'invio del modello “B” attestante l'ammontare definitivo degli importi sostenuti nell'anno 2016 per far fronte agli indennizzi correlati alle estinzioni anticipate dei mutui e dei prestiti obbligazionari, già comunicati in via provvisoria con il modello “A” nel mese di ottobre 2016.
Il mancato invio della comunicazione definitiva entro il 28 febbraio 2017, tramite il modello “B”, determina la revoca dell'assegnazione con la perdita del contributo erariale previsto dall'articolo 9-ter del Dl 113/2016.

La richiesta
La richiesta potrà essere inviata esclusivamente con modalità telematica, tramite il Sistema Certificazioni Enti Locali (AREA CERTIFICATI TBEL), solo dai Comuni che hanno presentato la stessa richiesta iniziale attraverso il modello “A”, per i soli mutui già riportati nello stesso modello e nel limite massimo riconosciuto per ciascun mutuo.
Tutte le informazioni per l'invio della certificazione sono disponibili al seguente link del Ministero dell'interno – Direzione centrale finanza locale http://finanzalocale.interno.it/docum/comunicati/com230117.html.

Presto il decreto per il 2017
Si segnala infine che è atteso in tempi brevi il decreto del ministero dell'Interno recante i criteri e le modalità per le richieste di accesso al Fondo per l'anno 2017, il cui ammontare è pari a 48 milioni di euro, che dovranno essere trasmesse entro il 31 marzo 2017.
L'articolo 9-ter del decreto-legge 113/2016 ha previsto infatti uno stanziamento di 14 milioni euro per l'anno 2016, da integrare fino a un massimo di ulteriori 26 milioni di euro provenienti dalla sanzione finanziaria applicata agli enti che hanno sforato il Patto di stabilità 2015 (articolo 9-ter, comma 4), e di 48 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018.


© RIPRODUZIONE RISERVATA