Home  › Fisco e contabilità

Pareggio di bilancio, dal Consiglio di Stato via libera ai nuovi patti di solidarietà

di Gianni Trovati

Via libera del Consiglio di Statoal decreto di Palazzo Chigi che in attuazione delle nuove regole sul pareggio di bilancio disciplina il ruolo delle Regioni nello scambio di spazi finanziari fra i Comuni. Il meccanismo serve a liberare gli spazi di investimento mantenendo il pareggio di bilancio a livello territoriale e prevede un doppio mercato, prima regionale e poi statale, per regolare gli scambi fra chi cede spazi finanziari e chi li riceve. Il Consiglio di Stato promuove l'impianto del decreto, che prevede la possibilità per lo Stato di esercitare il potere sostitutivo nei confronti delle Regioni che non si muovono in tempo, e chiede di precisare che le sanzioni sul mancato utilizzo degli spazi finanziari richiesti (o sulla mancata trasmissione delle certificazioni) si applicano anche agli scambi di quest'anno, avviati giusto martedì scorso dalla Ragioneria generale.

900 milioni per Province e Città metropolitane
Oggi intanto in Conferenza Unificata sbarca un altro decreto di Palazzo Chigi, quello che distribuirà 650 milioni alle Province e 250 milioni alle Città metropolitane per bloccare i tagli aggiuntivi previsti per quest'anno dalla manovra 2015. Il decreto assegna le risorse del fondo da 969,6 milioni messo in campo dalla legge di bilancio a valere sull'indebitamento netto.

Arretrati delle spese di giustizia
Oltre al sostegno agli enti di area vasta (si veda Il Qutodiano degli enti locali e della Pa del 10 gennaio), il provvedimento prova a far partire i rimborsi statali sugli arretrati delle spese di giustizia sostenute in passato dai Comuni ma mai indennizzate dal ministero: sul piatto ci sono 10 milioni all'anno per 30 anni, ma va ricordato che le stime Anci puntano decisamente più in alto e il dibattito promette di non chiudersi troppo facilmente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA