osservatorio anci-ifel

Legge stabilità, Anci: «Liberare investimenti, 2 miliardi bloccati nelle casse dei Comuni»

di Redazione Anci

«Non si rilanciano gli investimenti locali, non si liberano le risorse più produttive sui territori, non si favorisce la ripresa della crescita economica dell'intero Paese, se non passando attraverso lo sblocco delle risorse immediatamente disponibili ma "immobilizzate" nei bilanci comunali».

Lo afferma il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, auspicando che «con la legge di stabilità, coordinata alle regole di attuazione dei nuovi saldi di bilancio, si dia ai Comuni l'opportunità di rendere produttivi, nel campo degli investimenti, gli avanzi di amministrazione degli anni precedenti bloccati nelle casse dei Municipi».

«Si tratta – spiega Nogarin – di cifre che si aggirano tra l'1 e i 2 miliardi di euro, e che restano immobilizzate nei bilanci e dunque inutilizzabili a causa degli attuali vincoli di finanza. Sono cifre che, Comune per Comune, sarebbero in grado di assicurare un quadro stabile e un reale rilancio degli investimenti nei territori, creando posti di lavoro e nuovo sviluppo».

L'utilizzo concreto di questi fondi potrebbe inoltre essere promosso, conclude Nogarin, «per favorire investimenti prioritari e non più rinviabili come ad esempio la manutenzione degli edifici scolastici e l'adeguamento sismico ed idrogeologico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA