Home  › Fisco e contabilità

La Finanza locale rifà i calcoli per il fondo di solidarietà comunale

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Arrivano le correzioni della Finanza locale del Viminale sulla distribuzione delle risorse del Fondo di solidarietà comunale. Con un comunicato stampa diffuso ieri, la Direzione rende nota la modifica dell'importo indicato al punto C4 del prospetto: Calcolo del Fondo di Solidarietà Comunale e dati utili per la predisposizione del bilancio 2016.
Per alcuni Comuni la Direzione ha riscontrato, inafatti, che nel prospetto di calcolo del Fondo di solidarietà comunale e dati utili per la predisposizione del bilancio 2016, disponibile sul sito internet istituzionale, la componente di calcolo indicata al punto C4: «RISTORO TA.S.I. se gettito riscosso < gettito stimato TA.S.I. ab. Princ. 1 ‰ - art.1 c. 380 sexies L. 228/2012» riportava un importo leggermente diverso da quello contenuto nell'allegato 3 del Dpcm 18 maggio 2016 che ha fissato i criteri di formazione e di riparto del Fondo.

Gli importi in ballo
Si tratta dell'incremento di 3.767,45 milioni di euro per gli anni 2016 e successivi della dotazione del Fondo di solidarietà comunale disposto dal comma 380-sexies del comma 1 della legge 228/2012 e ripartito tra i comuni interessati sulla base del gettito effettivo Imu e Tasi derivante dagli immobili adibiti ad abitazione principale e dai terreni agricoli, relativo all'anno 2015. La legge stabilisce anche che a decorrere dall'anno, 2016, una quota del Fondo di solidarietà comunale, nell'importo massimo di 80 milioni di euro è accantonata per essere ripartita tra i comuni per i quali il riparto dell'importo di 3.767,45 milioni di euro, di cui al periodo precedente, non assicura il ristoro di un importo equivalente al gettito della Tasi sull'abitazione principale stimato ad aliquota di base. La quota di 80 milioni di euro del Fondo di solidarietà comunale è ripartita in modo da garantire a ciascuno dei comuni l'equivalente del gettito della Tasi sull'abitazione principale stimato ad aliquota di base.

Le correzioni
Il comunicato di ieri riporta in allegato l'elenco delle correzionidel dato nel prospetto di calcolo: nella tabella viene messo a confronto per ogni ente interessato l'importo corretto con quello originariamente indicato.
Viene precisato che, pur se l'importo totale al punto C5 (sommatoria dei valori da C1 a C4) è stato conseguentemente corretto, non è variato l'importo finale riportato al punto E1 "Fondo di solidarietà 2016 definitivo", in quanto il valore era già indicato correttamente.
La Finanza locale invita, quindi, tutti i Comuni interessati alla variazione di tenere conto di questa rettifica e si ribadisce che l'ammontare del punto E1 " Fondo di solidarietà 2016 definitivo" è rimasto invariato rispetto a quello già indicato prima dell'aggiornamento odierno del punto C4.


© RIPRODUZIONE RISERVATA