Home  › Fisco e contabilità

Revisori dei conti degli enti locali, online tutti i dati sugli incarichi

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

L'elenco dei revisori dei conti degli enti locali è sempre più trasparente: da ieri sono disponibili tutti i dati su composizione, decorrenza e scadenza degli organi nominati con il nuovo sistema. A tre anni dall'introduzione delle modalità di scelta dei revisori con l'estrazione a sorte da una apposita lista, viene rinnovata la pagina dedicata dal dipartimento della Finanza localedel Viminale all'intera procedura: sarà ora possibile visualizzare la situazione relativa agli incarichi dei revisori di ogni ente locale appartenente alle Regioni a statuto ordinario.

L'istituzione dell'elenco
Con l'obiettivo di ridurre i costi della rappresentanza politica e razionalizzare l'esercizio delle funzioni nei Comuni, il comma 25 dell'articolo 16 del Dl 138/2011 ha disposto che i revisori degli enti locali dovessero essere scelti mediante estrazione da un elenco formato dagli iscritti nel Registro dei revisori legali o nell'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili che ne avessero fatto richiesta.
Con il Dm Interno n. 23/2012sono stati successivamente disciplinati la formazione e l'aggiornamento dell'elenco istituito presso il Viminale e articolato in sezioni regionali in base alla residenza anagrafica dei soggetti iscritti e alla suddivisione in tre fasce di enti locali, individuate in relazione alla tipologia e alla dimensione demografica degli stessi.

Requisiti per l'iscrizione
L'iscrizione avviene nella sezione di residenza del richiedente, ma per l'attribuzione della fascia il richiedente deve essere in possesso di alcuni requisiti:
• iscrizione da almeno due anni nel Registro dei revisori legali o all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Per l'inserimento nelle fasce 2 e 3 il professionista dovrà possedere una maggiore anzianità di iscrizione nel Registro o Ordine professionale, nonché aver svolto precedenti incarichi di revisore presso enti locali;
• conseguimento, nel periodo dal 1° gennaio al 30 novembre dell'anno precedente, di almeno 10 crediti formativi nella materia di contabilità pubblica e gestione economica e finanziaria degli enti locali.
Il revisore che possiede i requisiti potrà chiedere al momento dell'iscrizione di essere inserito in uno o più fasce di enti locali come anche di essere escluso da uno o più ambiti territoriali provinciali.
La domanda per iscriversi o per mantenere l'iscrizione dovrà essere inviata telematicamente con modalità e termini stabiliti dagli avvisi pubblicati dal ministero dell'Interno. La procedura informatica è anche utilizzata per l'estrazione a sorte effettuata in seduta pubblica dalla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo della provincia di appartenenza dell'ente locale interessato.

Le novità online
Tutti i sorteggi che hanno interessato ogni ente locale dal 10 dicembre 2012, data di partenza del nuovo sistema di scelta, sono accessibili online alla voce «Revisori per ente» della nuova pagina: si possono dunque visualizzare i nominativi dei componenti in carica dell'organo di revisione ma anche quelli precedentemente nominati con l'indicazione di decorrenza e scadenza dell'incarico nonché delle motivazioni dell'eventuale cessazione anticipata dello stesso.
Per ciascun iscritto all'elenco 2016 sono accessibili (al link www.finanzalocale.interno.it/apps/revisori.php/albo_revisori) anche gli incarichi triennali precedentemente svolti presso gli enti locali, dichiarati dagli stessi in sede di domanda di iscrizione. Questi «incarichi (uno o massimo due) sono quelli richiesti per l'iscrizione alle fasce 2 o 3 dell'elenco e non necessariamente rappresentano il totale degli incarichi precedentemente svolti dagli iscritti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA