osservatorio anci-ifel

Salario accessorio: i Comuni al Governo, urge norma per soluzione sostenibile

di Redazione Anci

Approfittare del prossimo «decreto Enti Locali» per approvare una misura urgente relativa ai fondi per la contrattazione decentrata che consenta ai Comuni impegnati nei piani di recupero del salario accessorio di non pregiudicare la erogazione dei servizi e di dare seguito alle previsioni contenute nell'articolo 4 del decreto legge n. 16 del 2014.
È questa la richiesta contenuta in una lettera che il Presidente della Associazione dei comuni italiani (Anci) Piero Fassino ha inviato ai Ministri Boschi, Madia e Padoan e al Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti.
La lettera contiene anche una proposta di emendamento utile a risolvere la questione. Una soluzione, quella proposta dall'Anci, che si colloca in linea con quanto previsto nella Legge di Stabilità e affronta in modo concreto il problema: un ritorno praticabile alla normalità per quegli enti impegnati in piani di recupero di entità tale da compromettere l'erogazione dei servizi e colpire i livelli retributivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA