Home  › Fisco e contabilità

Corte dei conti: Le fusioni di Comuni fanno risparmiare, le unioni no

di Gianni Trovati

Le fusioni di Comuni producono risparmi certi, le Unioni per ora no. Si può sintetizzare così la "morale" offerta dalla sezione Autonomie della Corte dei conti, che ieri ha presentato alla commissione Affari costituzionali della Camerai risultati della propria indagine sulle alleanze gestionali in atto fra i piccoli Comuni. I campioni esaminati dai magistrati contabili sono ancora limitati, anche perché la riforma delle gestioni associate è un eterno cantiere. Nelle fusioni, però, la spesa è inferiore a quella realizzata prima dagli enti separati, mentre nelle Unioni i risparmi registrati nei singoli bilanci non compensano l'aumento di uscite a capo dell'Unione. I numeri confermano insomma l'allarme già lanciato in passato dai magistrati contabili, che tornano a chiedere certezze sul processo di riforma e anche una semplificazione degli obblighi sulla gestione dei servizi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA