Home  › Fisco e contabilità

Arriva ai Comuni il 5 per mille 2013 - Dal Viminale il modello per il rendiconto

di Redazione Quotidiano enti locali e Pa

Ai Comuni arrivano i fondi del cinque per mille che i cittadini hanno scelto di destinare agli enti locali nel 2013, con le dichiarazioni sui redditi del 2012. La cifra più importante è arrivata a Roma, che con 398mila euro è anche l'unico Comune a collocarsi fra i primi 100 destinatari del contributo.
Tranne nelle poche eccezioni "milionarie", guidate dall'Airc (38 milioni) e da Emergency (11,3 milioni) che guidano gli elenchi pubblicati dall'agenzia delle Entrate e aggiornati a ieri, le somme del 5 per mille sono divise in migliaia di mini-aiuti fra i vari soggetti beneficiari. Tutti i Comuni che hanno ricevuto per questa via più di 20mila euro dovranno inviare entro un anno il rendiconto completo al Viminale.
La direzione centrale per la Finanza locale del ministero ha diffuso la circolare con le istruzioni e il modello di rendicontazione, che andrà firmato dal responsabile dei servizi sociali, dal ragioniere capo e dai revisori dei conti. Gli enti che hanno ricevuto meno di 20mila euro hanno invece l'obbligo di tenere la documentazione per 10 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA