Home  › Fisco e contabilità

Cdp, tutte le scadenze di fine anno per i prestiti degli enti locali

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Fissata la tabella di marcia di dicembre per la concessione e l'erogazione di prestiti: con l'approssimarsi della fine dell'anno, la Cdp ricorda agli enti locali le scadenze per richiedere erogazioni e nuovi finanziamenti.

Nuovi finanziamenti
Il calendario per l'esercizio 2015 della Cassa depositi e prestiti, definito per «consentire una migliore programmazione» prevede come prima tappa che entro il 19 dicembre 2015 dovranno essere inviate le richieste di nuovi finanziamenti complete di tutta la documentazione.
Le modalità di accesso a nuovi prestiti per comuni, province, città metropolitane, comunità montane e isolane, unioni di comuni, consorzi cui partecipano enti locali, con esclusione però di quelli che gestiscono attività aventi rilevanza economica e imprenditoriale, e consorzi per la gestione dei servizi sociali, sono state stabilite dalla circolare del 27 giugno 2013 n. 1280. La Cdp contestualmente alla circolare ha pubblicato delle schede che agevolano gli enti nell'invio della documentazione per le richieste di: acquisto e ristrutturazione di beni mobili, opere e lavori pubblici, conferimenti di capitale e partecipazioni azionarie, debiti fuori bilancio, incarichi professionali e trasferimenti di capitale.
Per i prestiti ordinari e flessibili richiesti da comuni e province, la Cdp ricorda che le domande devono essere trasmesse esclusivamente attraverso la piattaforma informatica DOL, utilizzando il canale web per la trasmissione.

Proposte ed erogazioni
Entro le 12 del 29 dicembre 2015 dovranno invece essere trasmesse le proposte contrattuali complete dei documenti di garanzia, nonché degli altri documenti eventualmente richiesti nella «Comunicazione di fine istruttoria». La Cdp raccomanda, per una efficace gestione delle richieste di prestito, di inviare «tempestivamente» le proposte e di assicurarsi, in caso di trasmissione via fax, che «il numero di fax indicato in contratto garantisca la corretta ricezione del contratto perfezionato».
Le richieste di erogazione, per poter essere evase con valuta beneficiario fissata entro il mese di dicembre 2015, dovranno essere inviate entro il 18 dicembre 2015.

Fissazione dei tassi
Per la determinazione dei tassi di interesse e delle maggiorazioni, la Cdp fa sapere che l'11 dicembre saranno definite le condizioni da applicare alle proposte contrattuali, complete e valide, «pervenute successivamente alle ore 12:00 del 12 dicembre e fino alle ore 23:59 del 31 dicembre 2015». Le domande di prestito per le quali non sarà perfezionata la concessione entro il mese di dicembre 2015 verranno invece annullate. Per consentire il perfezionamento delle domande di prestito, la Cdp avvisa infine che potrebbe verificarsi un rallentamento nella fase istruttoria delle richieste di diverso utilizzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA