Home  › Fisco e contabilità

Fondo di solidarietà comunale, assegnati i conguagli del 2014

di Daniela Casciola

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Pronti i conguagli del Fondo di solidarietà comunale 2014. Rifatti i conti sui gettiti Imu e Tasi, il Viminale ha stilato l'elenco con i relativi importi spettantia quei Comuni riguardo i quali è stata riscontrata l'esigenza di rettificare l'importo delle quote attribuite del Fondo di solidarietà comunale 2014 rispetto a quanto già stabilito con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° dicembre 2014.

Le somme
Sono in 36 i beneficiari tra i quali sarà suddiviso un importo complessivo pari a 10.713.842,00 euro. E si trovano in Piemonte, Lombardia (con il maggior numero di Comuni coinvolti), Liguria, Veneto Emilia Romagna, Toscana, Marche, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.
L'assegnazione per quote è contenuta nel decreto del ministero dell'Interno 23 ottobre 2015, in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Le norme di riferimento
Il provvedimento è previsto dall'articolo 7 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° dicembre 2014 che ha stabilito l'importo del Fondo di solidarietà comunale 2014 ed il riparto delle quote spettanti ai Comuni delle regioni a statuto ordinario e delle regioni Siciliana e Sardegna, per un ammontare di 6.339.844.208,94 euro, al netto di un accantonamento prudenziale di 40.000.000,00 di euro.
La Conferenza Stato-città ed autonomie locali, nella seduta del 18 giugno scorso ha espresso parere favorevole alla corresponsione dei predetti conguagli del Fondo di solidarietà comunale 2014 per n. 36 Comuni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA