Home  › Fisco e contabilità

Cambio di residenza, il ritardo del Comune non fa perdere il bonus «prima casa»

di Federico Gavioli

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Il ritardo di trascrizione dell'amministrazione comunale dell'avvenuto cambio di residenza non comporta la decadenza dei benefici fiscali "prima casa"; la Corte di Cassazione con l'ordinanza 8 gennaio 2015 n. 110 ha affermato che la sola presentazione della domanda di trasferimento della residenza, entro i termini di legge, consente al contribuente di ottenere i benefici fiscali sulla prima casa. Il caso Un contribuente aveva impugnato l'avviso di liquidazione e irrogazione di sanzioni notificatogli dall'amministrazione finanziaria che aveva, tra l'altro, revocato le ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?