Home  › Edilizia e appalti

Il nome dell’appaltatore nella richiesta di chiarimenti sul bando può non violare il segreto d'ufficio

di Stefano Usai

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

La pubblicazione, in forma non anonima – sul sito web della stazione appaltante - di una richiesta di chiarimento con il nome dell'appaltatore non determina in automatico la violazione del segreto d'ufficio (ai sensi dell'articolo 53 del codice dei contratti) e non inficia la regolarità della gara. È il chiarimento fornito dall'Anac, su istanza di precontenzioso, con la delibera n. 29/2018. Il segreto d'ufficio Uno studio di legali – in relazione a una procedura negoziata articolo 36, comma 2, ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?