Home  › Edilizia e appalti

La destinazione d'uso di uno «studio d'artista» può essere modificata se non sussistono più le condizioni limitative del diritto di proprietà

di Solveig Cogliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Alla luce della normativa vigente gli studi d'artista si pongono come una categoria speciale di beni culturali che viene tutelata e conservata solo qualora vi sia un effettivo collegamento tra l'immobile e l'attività svolta al suo interno, nonché con le testimonianze in esso contenute, le quali siano suscettibili di formare un patrimonio culturale collettivo passibile di apertura al pubblico. Lo ha ribadito il Tar Lazio, Roma, Sezione II quater, con la sentenza del 4 settembre 2017, n. 9533. Il caso Il ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?