Home  › Edilizia e appalti

Il termine di 15 giorni per le «giustificazioni» alla stazione appaltante non è perentorio

di Stefano Usai

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Il termine di 15 giorni per la presentazione delle giustificazioni, richieste all'appaltatore dalla stazione appaltante al fine di verificare la congruità/sostenibilità dell'offerta presentata (ai sensi dell'articolo 97, comma 5, del codice dei contratti), non può essere inteso come perentorio ma meramente sollecitatorio. Pertanto, l'appaltatore in caso di ritardo non può essere immediatamente escluso e occorre attivare una ulteriore fase «interlocutoria». È questa, in sintesi, la decisione del Tar Lazio, Roma, sezione III–quater, n. 5979/2017. La vicenda Il ricorrente pretendeva, tra ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?