Home  › Edilizia e appalti

Appalti pubblici: Pr-Hub, bene linee guida Anac

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

L'Autorità anticorruzione chiede alle stazioni appaltanti di garantire il rispetto di alcuni principi, capaci di rendere le gare effettivamente contendibili e trasparenti. Per PR HUB - piattaforma partecipativa di società di relazioni pubbliche e Comunicazione aderente ad Assocom – nel testo trovano riscontro alcune delle proposte avanzate dall'associazione e inviate - sotto il coordinamento di Andrea Cornelli - all'Autorità nel maggio scorso, in occasione della consultazione pubblica.
L'associazione - spiega un comunicato - aveva proposto 8 punti per garantire libertà di accesso, trasparenza e regolarità delle gare di comunicazione indette da Stato, Regioni, Comuni e altri enti pubblici, che ora trovano ampio riscontro nel documento di Cantone. In particolare nelle linee guida dell'Anac - prosegue la nota - si riaffermano il principio di economicità e di efficacia, il principio di tempestività, il principio di correttezza, quello di libera concorrenza, garantendo effettiva contendibilità, il principio di parità di trattamento, eliminando ostacoli o restrizioni alla predisposizione delle offerte, la garanzia di trasparenza, pubblicità e accesso rapido alla informazioni, il principio di proporzionalità e idoneità dell'azione rispetto alle finalità e il principio di rotazione, per eliminare rendite di posizione che bloccano il mercato.
Spetta ora alle Pubbliche amministrazioni – conclude il comunicato – garantire: regole chiare e certe; libero accesso ai dati e agli atti; tempi congrui per lo svolgimento delle gare (dalla consegna della documentazione all'apertura delle buste) e soprattutto che ci sia un controllore che controlli davvero. «Strumenti - commenta Camillo Ricci, Ad di Eprcomunicazione che insieme a Rosa Valletta, direttore generale di ES Comunicazione, ha animato il gruppo di lavoro di PR HUB – che ci consentiranno di partecipare alle gare pubbliche certi di competere ad armi pari con gli altri attori presenti sul mercato, nell'interesse dei cittadini e delle stesse pubbliche amministrazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA