Home  › Edilizia e appalti

#scuolesicure, in arrivo 52 milioni per 407 Comuni

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Aggiunti due nuovi tasselli al quadro degli interventi di edilizia scolastica: mentre partono i controlli su solai e controsoffitti per oltre 7mila istituti, nelle casse di 407 enti locali arrivano circa 52 milioni di euro per #scuolesicure.

#scuolesicure
Entro il prossimo 24 dicembre, 407 enti locali riceveranno la liquidazione dei finanziamenti relativi alla procedura #scuolesicure: è stato infatti pubblicato sul sito del ministero dell'Istruzione l'elenco dei Comuni beneficiari,elenco che riporta la somma e il provvedimento di pagamento attualmente in corso. La puntualità è garantita dal direttore generale del Miur Simona Montesarchio.
#scuolesicure è uno dei percorsi individuati dal piano di edilizia scolastica per la messa in sicurezza, manutenzione e ristrutturazione delle scuole. Il progetto è stato rifinanziato con 400 milioni di euro per 1.636 interventi dalla delibera Cipe del 30 giugno 2014. Queste risorse hanno permesso la copertura delle opere rimaste escluse dal «decreto del Fare»: il Dl 69/2013 aveva infatti stanziato 150 milioni per 692 interventi.
Con una lettera di agosto 2014, il Miur aveva comunicato ai sindaci, nominati commissari straordinari per le procedure, l'autorizzazione ad avviare subito le gare, con pubblicazione del relativo bando, o in caso di gare già espletate ad affidare i lavori. Le risorse assegnate agli enti locali a partire da gennaio 2015 dovevano essere utilizzate nello stesso anno per non essere conteggiate nel computo del patto di stabilità.

Solai e controsoffitti
L'altro tassello riguarda invece l'avvio delle ispezioni su solai e controsoffitti di oltre 7mila scuole italiane, un intervento finanziato dalla «Buona Scuola» (legge n. 107/2015) che ha stanziato 40 milioni di euro per l'operazione. È stato firmato dal ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, il decreto che ha approvato la graduatoria degli istituti in cui saranno effettuati gli interventi.
Delle 13.584 candidature inviate dagli Enti locali, hanno ricevuto il via libera 7.304 ispezioni che verranno effettuate per una spesa complessiva di oltre 36 milioni di euro. Le risorse rimanenti saranno successivamente redistribuite, con un nuovo decreto. Le amministrazioni hanno tempo fino al 31 gennaio 2016 per affidare gli incarichi delle indagini diagnostiche: il Dm Miur ha infatti prorogato il termine previsto inizialmente per il 31 dicembre 2015.
Per garantire la sicurezza degli edifici e prevenire i crolli di solai e controsoffitti, la legge n. 107 del 2015 ha autorizzato la spesa di 40 milioni di euro per il 2015 per finanziare le indagini diagnostiche degli edifici scolastici. I criteri di erogazione delle risorse destinate agli enti locali sono stati definiti con Dm Miur 594/2015 mentre l'avviso pubblicato per il finanziamento è stato pubblicato il 15 ottobre scorso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA