Home  › Edilizia e appalti

Scuole con mutui Bei: firmata la proroga, più tempo ai Comuni per affidare i lavori

di Roberta Giuliani

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

I Comuni avranno due mesi in più per avviare le gare per gli interventi di edilizia scolastica ammessi al finanziamento dei mutui Bei. La proroga promessa all'Anci dal Governo il 1° ottobre scorso nell'ambito della riunione dell'Osservatorio per l'edilizia scolastica è ora scritta nero su bianco: il ministro Stefania Giannini ha firmato il decreto interministeriale che fa slittare al 31 dicembre 2015 il termine per affidare i lavori all'aggiudicatario.
La proroga era stata richiesta dall'Anci «a causa del consistente ritardo accumulatosi nell'emanazione dei diversi provvedimenti, in particolare del decreto interministeriale del 1° settembre 2015, che consente alle Regioni di sottoscrivere i contratti di mutuo con gli enti finanziatori, di cui si attende la pubblicazione in G.U. nei prossimi giorni».
I Comuni infatti in assenza di regole certe non se la sono sentita di avallare la procedura di gara anche se il tempo a disposizione stava per scadere (il termine era fissato per il 31 ottobre).
Lo slittamento ormai certo non pregiudica però la tabella di marcia. «La proroga – afferma l'Anci in un comunicato - non rallenta i lavori ma viene incontro ai quei Comuni che, in attesa della formalizzazione degli atti, non farebbero in tempo ad avviare le procedure per l'aggiudicazione dei lavori».
Resta l'urgenza di organizzare i cantieri per avviare finalmente i lavori e l'Anci auspica «la collaborazione di tutti i soggetti istituzionali interessati affinché si proceda celermente con l'attivazione delle procedure previste e si consenta finalmente agli enti locali di partire con gli interventi di edilizia scolastica inseriti nell'ambito della programmazione nazionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA