Home  › Edilizia e appalti

Appalti, i servizi aggiuntivi non possono «ampliare» l'oggetto della gara

di Raffaele Cusmai

Q
E
L Esclusivo per Quotidiano Enti Locali & PA

Nell'ambito di una gara d'appalto, la valutazione per servizi aggiuntivi operata dalla commissione giudicatrice può ritenersi legittima soltanto nel caso in cui si tratti di servizi che, da un lato, non costituiscano una mera duplicazione delle prestazioni già ricomprese nell'oggetto principale del contratto, e dall'altro rappresentino un miglioramento effettivo dell'offerta, senza snaturare l'oggetto della gara e le previsioni della lex specialis. In caso contrario, come osservato dai giudici della VI Sezione del consiglio di Stato nella sentenza n. ...


Quotidiano Enti Locali & PA – Il Sole 24 Ore

Il Quotidiano del Sole 24 ORE Enti Locali & PA è il nuovo giornale online dedicato ai protagonisti delle Autonomie locali e della Pubblica amministrazione.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito quattro settimane di consultazione gratuita*

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?