osservatorio anci-ifel

Ambasciatori d'Europa: avviso di selezione per eventi celebrativi 60° anniversario dei Trattati di Roma

di Moira Rotondo (*)

Nell'ambito delle celebrazioni per il 60° anniversario dei Trattati di Roma che, come è noto, ricorrerà il prossimo 25 marzo, l'Anci in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Comitato delle Regioni, organizza l'evento «Ambasciatori d'europa» che avrà luogo a Salerno il prossimo 17 marzo a partire dalle ore 12.
L'evento si inserisce all'interno dell'VIII Assemblea Anci Giovani, visto che la rete dei giovani amministratori è apparsa sin da subito la principale risorsa cui attingere proprio per avvicinare le giovani generazioni all'ideale europeo.
Già nel mese di aprile 2016, infatti, al momento della sottoscrizione del Protocollo d'intesa tra Anci, Dpe e Dar era stata sottolineata l'importanza di coinvolgere tutti i Comuni italiani nel «progetto di rilancio dell'ideale europeo, in particolare per quanto riguarda i settori della sicurezza, dell'immigrazione, del rilancio economico, del completamento dell'Unione Economica e Monetaria» attraverso iniziative di promozione che favoriscano il dibattito e la riflessione sul futuro del progetto europeo.
E l'appuntamento di Salerno costituirà appunto l'occasione per presentare il calendario di eventi celebrativi che avranno luogo nei prossimi mesi nei diversi Comuni di appartenenza dei singoli amministratori che avranno risposto all'avviso di selezione promosso dall'Anci e che in quella sede saranno insigniti del titolo di «Ambasciatori d'Europa».

Chi può partecipare?
Possono inviare la propria candidatura tutti i giovani amministratori con età inferiore ai 36 anni, che ricoprano attualmente la carica di sindaco, assessore, Presidente del consiglio comunale o consigliere.

Come partecipare?
Gli amministratori interessati debbono far pervenire la loro candidatura completa di una sintetica descrizione dell'evento che si intende organizzare all'indirizzo e mail scuolagiovaniamministratori@anci.it entro e non oltre le ore 24.00 del 12 marzo 2017.

Caratteristiche dell'evento
L'evento deve rappresentare lo spazio in cui i cittadini possano presentare idee, riflessioni e opinioni su cosa dovrebbe essere l'Unione europea, raccogliendo riscontri sulle loro preoccupazioni, riflessioni, proposte e idee sul futuro dell'Ue.
• Contenuto/tema degli eventi: il dialogo con i cittadini non deve prevedere una serie di temi o argomenti vincolanti. Un'indicazione generale può comprendere a partire dalla storia dell'integrazione europea e dall'iniziale progetto unionista, arrivare a trattare le attuali problematiche legate a: integrazione dei migranti, coesione sociale, economica e territoriale, competenze dei giovani, ambiente, lotta ai cambiamenti climatici, politica sociale, come affrontare la globalizzazione fino ai nuovi modelli economici per l'Europa.
• Struttura degli eventi: può trattarsi di un dibattito tra i membri del panel (tavola rotonda o gruppo di esperti) e i partecipanti di durata variabile (mezza giornata o intera giornata), con un moderatore .
• Pubblico destinatario: l'evento locale deve essere quanto più possibile aperto e inclusivo. In termini generali, il pubblico dovrebbe includere, in un elenco non esaustivo: i vari gruppi di età, gli studenti e gli insegnanti, i rappresentanti delle Pmi, i rappresentanti delle università e del mondo accademico, i media e i responsabili politici locali e le associazioni del territorio.
• Data di svolgimento: gli eventi possono svolgersi a partire dal 25 marzo 2017 fino al 30 ottobre 2017.
I feedback dei singoli eventi locali saranno oggetto di un evento nazionale che avrà luogo a Roma entro la fine del 2017.
Poiché l'evento «Ambasciatori d'Europa» aderisce alla campagna del Comitato delle Regioni “Reflecting on Europe” è possibile il coinvolgimento di uno o più membri del Comitato delle Regioni all'interno degli eventi.

Modalità di selezione
Saranno selezionati un numero di eventi pari a 20, uno per Regione geografica, in modo da assicurare la copertura dell'intero territorio nazionale. In assenza di candidature da una o più Regioni sarà comunque garantita la ripartizione Nord/Centro/Sud/Isole.

(*) Responsabile Ufficio di Coordinamento Comitato delle Regioni, Politiche e progetti dell'Unione europea, Sviluppo locale e agricoltura


© RIPRODUZIONE RISERVATA